16/ 17 DICEMBRE, I MERCATINI DELLA RIVIERA SVIZZERA: CASTELLO DI CHILLON, VEVEY, MONTREUX, LOSANNA

Pubblicato il da oleg

I LUOGHI CHE VISITEREMO

Castello di Chillon:

la costruzione risale all’XI secolo. E’ uno dei Castelli più affascinanti d’Europa tanto da contare quasi 340.000 visitatori all’anno che ne fanno il monumento storico più visitato in Svizzera. Il suo ponte levatoio, i camminamenti che attraversano i bastioni e le torri di avvistamento sul Lago di Ginevra, fanno di Chillon un classico Castello in stile medioevale. Costruito su un isolotto roccioso, la facciata rivolta verso il lago era la residenza principesca, mentre quella rivolta verso l’interno era la fortezza. Attraversando le mura del Castello, i visitatori potranno ammirare i suoi affreschi risalenti al XIV secolo, le volte sotterranee in stile gotico, le sale di rappresentanza e la stanza da letto conservata al tempo della dominazione bernese decorate con stemmi gentilizi, le cappelle private, le armi antiche, i meravigliosi cortili e l’incredibile vista che si gode dalle torri e dai camminamenti di guardia sul Lago di Lemano e Montreux.

Vevey:

è una delle « Perle della Riviera Svizzera». Questa Città sul Lago Lemano si distingue per la sua posizione geografica con vista meravigliosa sul panorama alpino, il suo microclima particolarmente mite, i vigneti, le innumerevoli escursioni nella regione e gli splendidi battelli a ruote che transitano sul lago. Vevey ha conosciuto il suo primo periodo d’oro durante la Belle Époque, alla fine del XIX secolo. Ancora oggi, prestigiosi hotel e la passeggiata sul lungolago, bordata di palme e di aiuole fiorite, rievocano il fasto di un tempo. L’abitante senza dubbio più celebre di Vevey è stato sicuramente l’attore Charlie Chaplin, che ha trascorso qui gli ultimi 25 anni della sua vita. Sulla riva del lago è stato eretto un monumento che lo ricorda.

Montreux:

la sua fama comincia nell’Ottocento quando, anche grazie al suo speciale microclima mediterraneo,  diventa meta prediletta di nobili e benestanti inglesi che vedono in questa “ Perla del Lago”, così la definivano, il luogo ideale dove passare le loro vacanze e fuggire dai clamori delle città industriali che li avvilivano. È così che diventa tappa del Grand Tour dei giovani rampolli ed è così che figure come, Mary Shelly ( autrice di Frankestein) o Lord Byron arrivano a Montreux. Quest’ultimo, colpito dalla bellezza del Castello di Chillon e dalle storie dei suoi prigionieri decide di ambientarci un suo famoso romanzo “ Il Prigioniero di Chillon”.  Il successo di questo libro regala a Montreux maggiore importanza e fama tanto da divenire una vera località turistica con la costruzione delle prime locande per i viaggiatori.

Il suo centro storico sale dal Lago attraversando la Vieille Ville  passando per la via ciottolata Rue du Marché, Quartier des Tilleuls e Rue du Pont per salire poi per Rue du Temple verso la collina che porta in alto fino ad una collina con una vecchia chiesa con campanile da cui si gode di una splendida vista della città sul lago.

Montreux è stata la casa per molti anni della sua vita di uno dei leader di un gruppo che hanno dominato le classifiche tra gli anni Settanta e Novanta e che ancora oggi continuano a far parlare di sé nonostante la morte prematura del cantante del gruppo. Se ancora non lo aveste capito, stiamo parlando dei Queen e di Freddy Mercury.

Losanna:

Pittoresca e intellettuale, la città collinare di Losanna si affaccia sulle sponde settentrionali del Lago di Lemano, a metà strada tra Ginevra e Berna, non lontano dal confine francese. Il Centro Storico medievale, caratterizzato da strade strette e ripide, è dominato dalla bella Cattedrale gotica ed è ricco di musei, gallerie d’arte e teatri. Molto interessante l’insolita collezione del Museo Art Brut, ospitato nel Castello Beaulieu, e di altissimo livello le esposizioni della Fondazione de l’Hermitage e del Mudac, il Museo del Design e Arte Contemporanea. Place de la Palud, nel cuore della Città Vecchia, risale al IX secolo è costeggiata da bei edifici storici tra cui il palazzo seicentesco del Municipio oggi trasformato nell’Hotel de Ville. La città, circondata da vigneti, si è sviluppata su tre colline ed è attraversata nel suo centro da una gola sormontata da diversi ponti.

ATTENZIONE:

Nei prossimi giorni sarà reso noto il programma dettagliato del soggiorno ( Hotel dove alloggeremo ed il relativo trattamento, quota di partecipazione in camera singola e doppia).

Nel frattempo, per chi fosse interessato, sono aperte le pre-iscrizioni che dovranno essere confermate al momento della pubblicazione della quota di partecipazione mediante il versamento di una caparra di € 70/persona.

PRE-ISCRIZIONI CON MESSAGGIO AL NUMERO:

348 606 4817

 

 

Con tag Le nostre gite

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: