31 OTTOBRE – 1 NOVEMBRE: IL FASCINO DISCRETO DI SANREMO, LA MERAVIGLIA DEL PARCO BOTANICO HANBURY E BUSSANA VECCHIA, IL BORGO DEGLI ARTISTI.

Sanremo profuma di fiori, diverte col gioco e incanta con la migliore musica italiana: una Città che ha tanto da offrire e lo sa fare sempre nel modo giusto, pronta a soddisfare elegantemente ogni singola esigenza.  Una Città che ha un fascino senza tempo, immortale, che riesce ad attirare turisti non solo nella stagione estiva, momento ideale per visitare la Liguria intera, ma durante tutto l’anno.

Una Città dalle mille sfaccettare, sempre pronta a divertire, ad incantare, ad abbracciare il visitatore, regalando a quest’ultimi dolci emozioni. Sanremo spesso viene identificata per i suoi eventi, come il celebre Festival della Canzone Italiana, ovvero per i suoi grandi luoghi di divertimento, come il grande Casinò, ma le sue attrattive e le sue bellezze non si esaurirono qui. Sono tantissime le cose da vedere, da ammirare, da scoprire sotto il velo di mondanità che ricopre questa meravigliosa città.

Sanremo è la Capitale della Riviera dei fiori, coccolata da un dolce e mite clima durante tutto l’anno e custode di meraviglie artistiche e architettoniche dall’inestimabile valore e dalla indescrivibile bellezza. Tutto questo racchiuso in una meravigliosa cornice, che fa da contorno ad un tela, sulla quale il colore blu domina su tutti gli altri: il colore del cristallino mare, che bagna questa terra unica e meravigliosa.

La Città di Sanremo è posizionata in una grande insenatura, tra Capo Nero e Capo Verde, proprio come se fosse una Perla custodita tra due grandi mani. La parte antica, con casette arroccate, dal puro stile medievale, raggiungibili con stradine ripide e strette, ben si fonde con la parte moderna, quella dove a regnare è i lusso dei grandi eventi e il divertimento.

Ecco cosa vedere a Sanremo: un tour nella parte antica della città

La Pigna: così viene identificata la parte più antica, quella più suggestiva, della Città. Una graziosa cittadina costruita sopra un pan di zucchero”: così lo scrittore Charles de Brosses ha descritto questa parte della Città, vero cuore pulsante, che batte all’impazzata.

La Sanremo vecchia è stata fondata attorno all’anno Mille ed è stata da subito chiamata Pigna”, proprio per la sua strana struttura urbanistica: tantissime stradine che, a fatica cercano di passare tra le case e i bei palazzi, ammassati, in modo decisamente caratteristico e mai caotico, arrivando a formare un grande disegno; dall’alto sembra proprio una grande pigna.

E’ la Porta di Santo Stefano, bellissimo arco di pietra, in stile gotico, il punto di incontro tra la città antica e quella moderna. La Sanremo medievale è davvero incredibile: tanti anelli concentrici che, tutti uniti da passaggi coperti, archi, cortili nascosti dietro i muri dei palazzi o delle case, custodiscono fontane, piazze e architetture che, forse, mai nessuno riuscirà a descrive con le giuste parole. Una passeggiata lungo le stradine e una sosta nella Piazzetta dei Dolori è d’obbligo, proprio per respirare l’aria dei tempi passati.

Via Palma, la strada principale del borgo antico, porta alla Chiesa di San Giuseppe del XVII secolo. Percorrendo l’elegante via si incontra Palazzo Manara, che ospitò nel lontano 1538 il Pontefice Paolo III. Continuando a camminare lungo le stradine del borgo, si incontrano le bellissime strutture della Chiesa di Santa Brigida e l’antichissimo Oratorio di San Costanzo.

Bellissimi i Giardini Regina Elena, che conducono al Castello e al sagrato del Santuario della Madonna della Costa.

Ma, tra le cose da vedere a Sanremo vi è certamente la Cattedrale di San Siro, l’edificio più importante dell’intera città. La parte antica di questa incredibile Città è un susseguirsi di edifici meravigliosi, che in silenzio, attraverso la loro antica e immortale bellezza, raccontano dolcemente la storia di questo piccolo borghetto, il cuore di Sanremo.

Da vedere nella parte antica della Città, la Torre Saracena e il Palazzo Borea D’Olmo ( tra la parte nuova e quella vecchia) con i suoi due portali ornati da sculture del Cinquecento.

 

La Sanremo moderna: divertimento e lusso.

Finito il tour nella parte antica della città, è possibile passare, ed il tutto sembra avvenire come nei film di fantascienza dove un portale spaziotemporale catapulta le persone da una realtà all’altra, alla Sanremo moderna. E’ un semplice arco in pietra a decretare la fine della città del passato, permettendo l’ingresso nella città del futuro.

Il centro moderno di Sanremo comincia dal famoso Corso Matteotti , la strada più elegante dell’intera città, dove la parola d’ordine è “ shopping”! Ma, anche se non siete veri amanti dello shopping, concedetevi una rilassante passeggiate lungo questa strada, circondati da vetrine lussuose e scintillanti, immergendovi nella Dolce Vita Sanremese. 

Dalle vetrine al museo: perché non concedersi anche un tour presso il Museo Civico di Sanremo, dove ammirare gli affreschi di fine ‘600 e le tre meravigliose sezioni che compongono lo stesso: le sale archeologiche, il lascito del poeta Laurano composto da preziosi dipinti e i cimeli garibaldini, appartenuti ad una nobildonna inglese vissuta a Sanremo (Caroline Phillipson).

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

125,00 A PERSONA IN CAMERA DOPPIA

150,00 IN CAMERA SINGOLA

La quota comprende:

**** Viaggio A/R Lodi – Sanremo e tutti gli spostamenti in loco

**** Pernottamento con prima colazione Grand Hotel**** Nazionale ( Via Giacomo Matteotti 3)

**** Biglietto di ingresso PARCO FLOREALE HANBURY a Ventimiglia

**** Spostamento da Sanremo a Bussana per la visita del Borgo di Bussana Vecchia ( escursione facoltativa)

**** Assicurazione medico sanitaria e bagaglio

**** Accompagnatore

 

 

I Love Liguria
Edizione italiana e inglese
€ 18,00

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog