ANTEPRIMA SOGGIORNO ALPINO LUGLIO 2022: PARCO NATURALE DELLE TRE CIME DI LAVAREDO IN VAL PUSTERIA

Un museo naturale all'aperto di oltre 11.000 ettari, in cui talvolta piove o nevica sul serio … questo è il Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo in Val Pusteria, che si estende tra i comuni di Dobbiaco, Sesto e San Candido, e che rappresenta un sogno per ogni alpinista.

Insieme al Parco Naturale Puez-Odle e al Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, il Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo fa parte del Patrimonio Naturale dell'Umanità delle Dolomiti, e quindi è una parte davvero speciale dei tesori naturali della Val Pusteria.
 

Ognuno di questi parchi naturali ha le proprie peculiarità. Il Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo, ad esempio, si distingue per il territorio molto erto, con valli a forma di gola e vette aguzze. Quasi due terzi del Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo in Val Pusteria sono costituiti da rocce e detriti. In questa regione, dunque, si trovano prevalentemente le cosiddette “Schuttüberkriecher”, piante rampicanti che ricoprono continuamente i detriti, e le “Schuttwanderer”, piante le cui estremità in superficie si fanno strada tenacemente verso la luce, attraverso la pietra che vi scivola addosso.
 

L'animale emblematico dell'ex Parco Naturale Dolomiti di Sesto, che dal 2010 è stato ribattezzato ufficialmente Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo, è il picchio muraiolo, un abitante delle pareti rocciose che va alla ricerca di ragni e insetti nelle fessure della roccia, un po' svolazzando e un po' arrampicandosi. Anche l'aquila, la “Regina dei venti”, qui è di casa, come pure le marmotte. Caratteristiche delle zone più basse del Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo sono le foreste di larici e di abeti rossi e, sui pendii più asciutti, i pini silvestri. Qui, nel ricco sottobosco della foresta alpina, si trovano picchi rossi e picchi neri, passeri e, naturalmente, caprioli.

La formazione rocciosa più caratteristica del parco naturale, ma anche una delle più conosciute delle Dolomiti in generale, è quella delle famose Tre Cime di Lavaredo, dalla quale il parco prende il nome. Già a partire dalla seconda metà del 19° secolo, in questa zona delle Tre Cime di Lavaredo, alpinisti da ogni dove hanno compiuto imprese pionieristiche. Ancora oggi numerosi eccezionali scalatori giungono da tutto il mondo alle Tre Cime di Lavaredo, per dare prova delle loro abilità su queste pareti verticali.

 


 
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog