Ça, c’est Paris! Le 10 cose da non perdere a … Parigi!

  • oleg
  • Francia

http://blog.travelpeople.it/wp-content/uploads/2012/08/artisti-di-strada-Montmartre-Parigi-284x213.jpgParigi, la ville lumière, continua ad incantare i suoi visitatori. Città d’arte, di piaceri e divertimento, centro storico e culturale di fama mondiale, meta turistica di tutte le coppie innamorate, degli amanti dello shopping, dello stile di vita  bohémien e della haute cuisine.

Non ci sei mai stato? Ecco 10 buone ragioni per fare subito le valige!

1)      Monmartre o Butte de Monmartre è la collina a nord di Parigi, centro della vita bohémienne durante la Belle Èpoque, luogo di divertimento (celebri i cabaret del Moulin Rouge e de Le Chat Noir), quartiere prediletto dei pittori (molti artisti vissero lì, tra cui Picasso, Renoir, Van Gogh, Toulouse-Lautrec e molti altri), ancora oggi la Place du Tertre è ritrovo a Parigi degli artisti di strada. Alla sommità della collina splende la maestosa Basilica del Sacro Cuore. Si può raggiungere con la funicolare o a piedi salendo le lunghissime scalinate. Seppure il quartiere sia gremito di turisti, è a  Monmartre che si coglie l’autentica atmosfera parigina: le tortuose stradine, gli scorci pittoreschi, i negozietti straboccanti di souvenir, l’incantevole panorama della capitale francese, i caratteristici Café e Bistrot, dove si può gustare un caffè con croissant, una crêpe o una baguette farcita.

2)       La Tour Eiffel simbolo della città, spicca nei cieli di Parigi dall’alto dei suoi 324 metri di altezza. Progettata dall’ingegnere Gustave Eiffel fu innalzata nel 1889. Non tutti i parigini la amano e per questo rischiò in passato di essere demolita. E’ possibile salire in cima per godere del magnifico panorama della città. Da non perdere in zona, una visita all’imponente Trocadéro, da cui si gode una splendida veduta della torre e una passeggiata al parco Champs de Mars dove ci si può distendere sull’erba e fare uno spuntino o un divertente picnic.

Parigi: Notre-Dame

3)      Les Îles de Paris: l’Île de la Cité e l’Île Saint-Louis sono le due isole naturali della Senna, si trovano in pieno centro e sono molto diverse tra di loro. La prima è grande meta turistica e ospita la famosa cattedrale di Parigi Notre-Dame, l’elegante e misteriosa signora di Parigi, ambientazione del celebre romanzo di Victor Hugo Notre-Dame de Paris, da cui fu tratto l’omonimo musical. Notre Dame è definita il centro della Francia, davanti all’ingresso della cattedrale si trova infatti il Punto Zero, il punto da cui  vengono calcolate tutte le distanze stradali della Francia. Molto belli i giardini di Square Jean-XXIII di fianco alla cattedrale, la Sainte-Chapelle e la Conciergerie, attuale palazzo di Giustizia di Parigi. La seconda isola l’Île Saint-Louis è poco turistica ed è per questo preferita da molti, perché più intima e affascinante. Sosta d’obbligo  da Berthillon, per assaporare il miglior gelato della città.

Parigi: Pont Alexandre III

http://blog.travelpeople.it/wp-content/uploads/2012/08/Pont_Alexandre_III_Paris-320x213.jpg4)      Visitare Parigi dalla Senna è magico ed emozionante. Si può percorrere la Rive gauche e la Rive droite a bordo di un Bateau-mouche, la famosa imbarcazione che porta i turisti lungo il fiume. I più romantici possono scegliere di fare una crociera con cena o ballare su una chiatta tutta la notte. La Senna è attraversata da 37 ponti, che offrono delle belle viste della città e raccontano storie di re, battaglie e leggende. Il mio preferito è il Pont des Arts: è un ponte dall’atmosfera bohemienne, costruito in legno e ferro, luogo di incontro di amanti e sognatori, pittori e fotografi. Pont Alexandre III è il più elegante dei ponti di Parigi, il più vecchio è invece il Pont Neuf, costruito nel 1607. Lungo le banchine della Senna è bello passeggiare a piedi o in bici, e curiosare tra le bancarelle alla ricerca di un libro, una stampa o una litografia antica. Gli argini della Senna sono stati classificati Patrimonio Mondiale dall’Unesco .

5)      Parigi o il paradiso dello shopping. Sfatiamo il mito della città più romantica del mondo solo per coppiette innamorate, a Parigi si fa uno shopping strepitoso, sia in coppia, che da soli o con amici. Capitale della moda e del design, lo stile elegante e sofisticato di Parigi è conosciuto in tutto il mondo. Del resto la guru stilista francese Coco Chanel diceva: “La moda passa, lo stile resta.” Raffinate le boutique degli Champs-Élysées o  di Saint Germain des Prés, sontuosi i magazzini di lusso, Au Printemps e la rinomata Galeries Lafayette con la sua cupola di vetro  in stile liberty, di tendenza il grande centro commerciale di Les Halles. Per chi ama andare a caccia di vestiti vintage, mobili e oggetti di antiquariato, c’è il Mercato delle Pulci di “Siant Ouen”, con oltre 2.000 botteghe è il più grande e vecchio mercato delle pulci di Parigi.

Parigi: il Louvre

6)      I musei di Parigi sono tra i più belli al mondo. Il mio preferito è il Museo Rodin, l’esposizione è in una splendida villa con giardino stile rococò, magnifiche le statue del pensatore e dei borghesi di Calais. Altro museo molto carino è l’Orangerie, anche in questo caso la location è suggestiva, si trova infatti all’interno dei Giardini di Tuileries. E’ un museo di pittura impressionista, famoso soprattutto per le gigantesche ninfee di Monet. Naturalmente non si può non citare il Museo Louvre, certamente bisogna visitarlo per guardare negli occhi almeno una volta nella vita la Monnalisa! Prima di andare a Parigi controllo sempre cosa espone il Centre Pompidou, caratteristico per la sua struttura esterna ed interessante per le sue splendide mostre temporanee. Di musei bellissimi ce ne sono veramente tanti a Parigi, ma ne citerò solo un ultimo, secondo me splendido: il Museo D’Osay, dove è possibile ammirare centinaia di capolavori impressionisti.

Parigi: Moulin Rouge

7)      Una serata a Parigi.  La vita notturna parigina è molto vivace e divertente! Prima di tutto consiglio una soirée all’Opéra Garnier per vedere un balletto o un’opera, magari il Lago dei Cigni o la Carmen di Bizet che era proprio di Parigi. I locali più in voga fanno spettacoli di varietà: Féerie al Moulin Rouge, cabaret al Crazy Horse o al Lido, piume, paillettes, strass, glamour, eleganza, danze, musiche, champagne e bollicine! Al quartiere latino, frequentato dagli studenti e luogo della più rinomata università parigina la Surbonne, i locali sono aperti giorno e notte. Anche nella zona della Bastille e del Marais si possono trascorrere delle autentiche serate parigine.

8)      Cosa mangiare a Parigi. La cucina francese è famosa in tutto il mondo, in pranzo completo si compone di un entrée o antipasto, di un piatto principale o piatto forte e di un dessert. In inverno le minestre, potage, o zuppe, soupe. La pastasciutta o il riso sono serviti come accompagnamento al piatto forte. Famoso è il tipico pane francese, la baguette. Provate una delle caratteristiche boulangerie, brasserie e bistrot. I formaggi sono uno dei vanti della cucina francese: il più famoso è il camembert, dall’odore fortissimo, poi da provare il Roquefort e il Brie. Tra i vini francesi ci sono il Bordeaux, il Bourgogne, il Beaujolais e naturalmente lo Champagne. I dolci francesi  sono buonissimi, ci sono le charlottes, torte ripiene di frutta; le Crepes; i Soufflè; il Mont Blanc e naturalmente i macaron, i pasticcini colorati farciti con crema ganache. Segnalo la pasticceria Ladurée, è una garanzia di bontà.

Parigi: Palais Royal

http://blog.travelpeople.it/wp-content/uploads/2012/08/Palais-Royal-320x201.jpg9)      Nel Centro di Parigi ci sono molti altri posti che vale la pena visitare, sono tantissimi! Segnalo alcuni dei miei preferiti: il Palais Royal -Palazzo Reale, proprio di fianco al Louvre, nel cortile del palazzo fu installata nel 1986 un opera dell’artista Daniel Buren, una serie di colonne disposte in un’area di 3.000 metri quadrarti! Poi c’è la Place Vendome, così elegante e ricca di fascino, l’Arco di Trionfo in fondo agli Champs-Élysées e quello più piccolino, l’Arco di Trionfo del Carrousel, costruito da Napoleone per commemorare le sue vittorie. Infine suggerisco di fare una visita alla Chiesa della Madeleine, così imponente e suggestiva.

10)   Giardini di Lussemburgo. Il mio parco preferito in assoluto è lui! Uno dei luoghi più romantici di Parigi, i Giardini di Lussemburgo hanno un piccolo lago con le barchette, ci sono fontane, gazebo, sedie e panchine, campetti da tennis, fiori e aiuole curate, eleganti statue. E’ sempre popolato da giovani, anziani, famiglie che cercano svago e pace nel cuore della capitale. E’ proprio quando sono in quel giardino, che mi sento di dire: ça c’est Paris!

Autore: Laura/ Fonte: http://blog.travelpeople.it/destinazioni/europa/ca-cest-paris-le-10-cose-da-non-perdere-aparigi/

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog