A Ischgl si balla con gli scarponi da sci ai piedi

  • oleg
  • Austria

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1292401904889_0.JPGGli italiani la conoscono poco e quei pochi non riescono a pronunciare il suo nome. Ischgl, in realtà, è una delle località sciistiche più famosa delle Alpi. La più amata dai tedeschi e dagli olandesi. E non solo per il suo comprensorio sciistico che offre 238 chilometri di piste di cui 27 km di tracciati difficili, 152 di media difficoltà e 47 facili. Ma soprattutto perché a Ischgl la giornata dello sciatore non finisce mai. Questo villaggio della valle austriaca di Paznaun, vicinissimo ai confini di Svizzera, Italia (Val Venosta) e Germania, è diventato una vera e propria Ibiza delle Alpi. Sono decine i locali dell'après-ski (in paese e sulle piste) un termine che è nato proprio qui e ha visto imitazioni in tutte le Alpi. A partire dalle 15,30, per tutto l'inverno, centinaia di persone si accalcano a ballare in questi locali ancora con gli scarponi da sci, per poi proseguire fino a notte fonda nelle disco di tendenza. Il motto della località, "relax if you can" (rilassati, se puoi) sembra perfetto. Per i meditativi, però, ci sono locali più tranquilli, per esempio cocktail e cigar bar. Senza dimenticare l'aspetto gourmet della vacanza, con ristoranti premiati con 1 stella Michelin o 3 capelli di cuoco di Gault Millau dove si serve pesce fresco mediterraneo in maniera molto creativa oltre alle specialità locali rivisitate in maniera creativa. Famosi in tutta l'Europa del Nord sono anche i concerti di apertura e chiusura della stagione. Quest'anno, il 27 novembre c'è stato il grande concerto dei Gossip, guidati dalla sfacciata Beth Ditto, la front lady da 100 chili della band statunitense che lo stilista Karl Lagerfeld ha individuato come icona di stile per la sua originalità.

In passato hanno cantato star del calibro di Elton John, Tina Turner, Bob Dylan e Alanis Morrisette. Tornando agli aspetti tecnici, in totale ci sono 41 impianti di risalita tra i quali la Fimbabahn, prima cabinovia in Austria con i sedili riscaldati. In soli 15 minuti porta gli sciatori direttamente dal centro del paese fino all'Idalp, a 2320 metri di altezza. 490 cannoni sparaneve coprono oltre il 70 per cento delle piste. Da non perdere la pista «Eleven», la discesa di undici chilometri che scende dalla Greitspitz, da quota 2900 metri, a 1400 metri. Quest'anno gli sciatori avranno a disposizione un sistema di localizzazione GPS che permetterà di trovare impianti, piste e baite direttamente sul loro telefonino. iSki Ischgl è disponibile gratuitamente come APP per iPhone, Blackberry e Android e comprende anche una mappa delle piste. Chi non ama immergersi nella frenesia mondana, scatenarsi in discoteca, fare vita notturna, ma piuttosto vuole concedersi la tipica vacanza «di famiglia» senza rinunciare alla piste di Ischgl, ci sono a disposizione le altre, tranquillissime, località della valle del Paznaun, Galtur, Kappl e See, mirate in particolare allo sci per i bambini, ma comunque collegate molto bene con sistemi di trasporto via Bus con la frenetica Ischgl. A Galtur esiste il «Silvaparkuna ski area trasformata in un grande parco giochi per imparare ad andare sulla neve divertendosi. A Kappl, funziona il «Sunny mountain park» dove ai bambini si offrono in alternativa, a seconda del loro livello, piste facili, o divertenti percorsi, costellati di gobbe. Per scoprire questo fantastico comprensorio e provare l'après-ski di Ischgl, il pacchetto «Ski total im Paznaun» prevede 7 pernottamenti con prima colazione e 6 giorni di skipass a 319 euro, che diventano 579 con trattamento di mezza pensione. L'offerta è valida dall'8 gennaio al 12 febbraio 2011.

( Fonte: www.gazzettadiparma.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog