" Amsterdam, 400 anni di canali " di Livia Fabietti

Pubblicato il da oleg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/27/Amsterdam_red_light_district_24-7-2003.JPGIl 2013 è un anno di festa per la capitale olandese: tanti eventi tra canali e musei con aperture straordinarie.

Terra dei Tulipani, dei mulini e dei canali, l’ Olanda è un paese davvero speciale da visitare soprattutto nel 2013, un anno che si rivela ricco di sorprese. L’inverno è sicuramente una stagione molto rigida là dove le temperature non lasciano molto spazio all’immaginazione e scendono sotto lo zero facendo respirare un’aria frizzante e gelida, condizione perfetta per lasciare da parte il volto più trasgressivo dell'eccentrica Amsterdam fatto di stravaganza e sregolatezza tra coffe shop e vetrine dipinte di rosso predilegendo le sue bellezze storico-artistiche tra i tanti i musei e gli oltre 7000 monumenti che le caratterizzano.

 

Il 2013 è un anno davvero speciale per la città di Amsterdam che, oltre ad essere annoverata dallo studio condotto da Research Brinbox per Tripadvisor come una delle migliori città del mondo per quel che concerne sicurezza, pulizia e cortesia, è una vera e propria diva che, da gennaio al prossimo dicembre, regalerà innumerevoli festeggiamenti ed eventi che rafforzeranno ulteriormente la sua immagine invogliando turisti e cittadini di ogni fascia di età, giovani e anziani a scoprirla in lungo e in largo.

 

Una delle tappe che non possono mancare è quella che permette di avvicinarsi ai capolavori del grande genio Vincent van Gogh, uno degli artisti olandesi più famosi di ogni tempo il cui museo è chiuso a causa di lavori di ristrutturazione dal 29 settembre 2012 e, provvisoriamente, ospitato presso l’ Hermitage di Amsterdam (Nieuwe Herengracht 14, 1018DP Amsterdam, Tel. +31 20 530 87 55, www.hermitage.nl), un’occasione d’oro per unire le opere russe assieme ai famosi girasoli e autoritratti del grande maestro.

 

La prossima riapertura è prevista per il mese di maggio 2013, un momento cult che coincide con il 40° anniversario del Museo Van Gogh, permettendo dunque di rendere nuovamente fruibili le opere d’arte nazionali e internazionali che potranno essere condivise con gli amanti dell’arte provenienti dall’Olanda e da tutto il mondo.

 

Un'altra riapertura molto attesa è quella che avverà il 13 aprile 2013 e riguarderà il Rijksmuseum (Jan Luijkenstraat 1 1071 CJ Amsterdam, Tel.+31 20 674 7000, www.rijksmuseum.nl) con un look del tutto innovativo dovuto al genio creativo dello studio spagnolo di architettura Cruz y Ortiz mentre, per gli interni, i meriti vanno al parigino Jean-Michel Wilmotte, rendendo il suo ambiente elegante, in grado di sposare la classe dell’antica grandiosità ottocentesca con il più moderno design.

 

Lo spazio espositivo, con le sue 80 sale, metterà in mostra 8.000 pezzi d’arte e storia, raccontando 800 anni di Amsterdam, dal Medioevo ai giorni nostri: dipinti, stampe, disegni, fotografie, argenti, porcellane, maioliche di Delft, mobili, gioielli, costumi e oggetti della storia olandese provenienti dalle residenze dell’epoca come la famosa "Ronda di notte" di Rembrandt.

 

Per chi si è concesso solo un fugace weekend, a fare da guida l’iniziativa “ La 24 Ore del Centro” in grado di suggerire ai vacanzieri come ottimizzare il tempo e sfruttare ore e minuti nel migliore die modi senza perdere le attrazioni imperdibili in città. Passo dopo passo, quartieri e distretti si mettono in mostra sfoggiando il loro meglio, contornati da una seri di eventi, spettacoli ed attività di ogni genere che apriranno le loro porte al pubblico.

 

Passeggiare a piedi per Amsterdam ha un suo perché: nonostante la bella cittadina olandese sia servita da tram, metro e altri mezzi puntuali ed efficienti, è bello lasciarsi guidare da un continuo sali e scendi di ponti, se ne contano ben 1500, che attraversano i suoi canali, chiamati grachten in lingua locale, un simbolo di casa di grande valore culturale e storico tanto che, nel 2013, si apprestano a festeggiare 400 anni dalla costruzione della famosa Cerchia dei Canali di Amsterdam, vero e proprio capolavoro dell’edilizia e dell’architettura , l'area compresa nella cintura di canali del XVII secolo all'interno del Singelgracht è inserita nella lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 2010.

 

Da non perdere ad esempio Gouden Bocht che da Leidsestraat arriva a Vijzelstraat e rappresenta il canale con le case più belle e prestigiose della città o ancora il romantico Magere Brug uno dei ponti più pittoreschi e romantici da ammirare.

 

Quello dei canali è un vanto nazionale celebrato con interessanti mostre quali “ Amsterdam lungo i canali”, in calendario fino al prossimo 26 maggio presso Rembrandthuis, la casa museo di Rembrandt (Museum Het Rembrandthuis, Jodenbreestraat 4, Amsterdam, www.rembrandthuis.nl) dove, a far da protagonista, una magnifica selezione di disegni che rappresentano i volti di Amsterdam dal XVII al XX secolo o ancora Booming Amsterdam, con la mostra “ La crescita di Amsterdam nel Secolo d’Oro”, dal prossimo 15 febbraio fino al 26 maggio 2013, Archivio di Amsterdam ( www.stadsarchief.amsterdam.nl), dedicata allo sviluppo della città durante il Secolo d’Oro, e a sorgere della cerchia dei canali attraverso l’esposizione di mappe, topografie e documenti originali.

Informazioni turistiche:

www.iamsterdam.com

www.holland.com

Fonte: www.lastampa.it

(Nexta)