Amsterdam: il Van Gogh Museum si trasferisce all’Hermitage

http://www.lintervista.it/wp-content/uploads/2011/10/VanGogh.jpegIl Van Gogh Museum di Amsterdam chiude per lavori di ristrutturazione fino all’1 maggio 2013. Ma per non lasciare turisti e amanti dell'arte senza Van Gogh, l'Hermitage Amsterdam accoglie temporaneamente parte della collezione. E così dal 29 settembre al 25 aprile 2013 ospita ‘Vincent’: 75 dipinti, una selezione di lettere, opere su carta e oggetti provenienti dalla collezione del Van Gogh Museum. In mostra capolavori come Girasoli (1889), La camera da letto (1888), Ramo di mandorlo in fiore (1890), I mangiatori di patate (1885) e La casa gialla (1888) insieme a opere meno note illustreranno la carica innovativa della sua pittura alla luce dei temi che l’artista stesso predilesse.
Inoltre, in occasione di questo temporaneo trasferimento, la fondazione Artery e il Van Gogh Museum hanno realizzato il progetto artistico ‘Van Gogh Mile’, una passeggiata che inizia a Museumplein e conduce all’Hermitage Amsterdam attraverso La Linea Rossa, le installazioni sonore e Van Gogh Mile App.
La Linea Rossa attraversa con un itinerario zigzagante la città e congiunge il Van Gogh Museum all’Hermitage Amsterdam. La linea rimanda a un’altra maniera di guardare, alla griglia prospettica che Van Gogh utilizzava per inquadrare la realtà mentre dipingeva, indirizza lo sguardo di chi segue il percorso verso l’alto mostrando la città in una nuova prospettiva. In vari punti lungo il percorso singole opere sonore fanno percepire una nuova realtà, come se Van Gogh stesso si rivolgesse “direttamente” al suo pubblico guidandolo durante il cammino. Chi segue La Linea Rossa può ascoltare a Museumplein, in Vijzelstraat, ad Amstelveld e sul ponte Magere Brug brani dalle lettere di Van Gogh. Una volta raggiunto il cortile interno dell’Hermitage Amsterdam, i brani potranno essere riascoltati per esteso con il sottofondo delle campane di Amsterdam.
L’applicazione Van Gogh Mile apre a chi percorre l'itinerario un mondo alternativo dove realtà e finzione si confondono. Su smartphone e tablet compaiono panorami di Amsterdam, in pieno giorno scende la notte, Museumplein si trasforma in un mare di girasoli. Quattro filmati di 1 minuto trasportano i visitatori nel mondo di Van Gogh, ad esempio presentando le opere di Rembrandt, il maestro che Vincent ammirò ardentemente e prese a modello. Con questa applicazione il visitatore potrà condividere online la sua esperienza con gli amici. Van Gogh Mile App può essere scaricata gratuitamente ovunque.
In concomitanza con la presenza del Van Gogh Museum, l’Hermitage Amsterdam propone fino al 13 gennaio la mostra ‘Impressionismo: sensazione e ispirazione. I dipinti più amati  dell’Hermitage’. Le opere di Van Gogh a fianco di quelle di artisti suoi contemporanei offriranno una panoramica unica della pittura francese nel diciannovesimo secolo.

www.vangoghmuseum.com

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog