" Austria, paradiso dello sci: Ischgl " di Gian Carlo Zanacca

  • oleg
  • Austria

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1325668984778_0.JPGIschgl, località sciistica del Tirolo austriaco, posta a poco meno di 1400 metri sul livello del mare, è divertimento sportivo e mondano. «Fun», così lo definiscono gli stranieri in inglese, un modo per rendere l’idea delle proposte che la stazione invernale austriaca è in grado di offrire sotto tanti punti di vista.
Neve, giovani e musica sono una combinazione di elementi che rendono questo luogo unico nel suo genere. Situata nel Tirolo austriaco, Ischgl ha conosciuto uno sviluppo significativo nell’ultimo decennio. Tanto da diventare punto di riferimento per molti giovani appassionati di sport invernali di gran parte d’Europa: Germania, Austria, Olanda, Inghilterra; ma anche per svizzeri e italiani. Un comprensorio di oltre 230 km di piste che collegano il versante austriaco di Ischgl - Paznaun con Samnaun in Svizzera. Un paradiso, quindi, per gli amanti dello sci che hanno la possibilità di spaziare in uno dei bacini sciistici più estesi dell’intero arco alpino. Il centro del paese è collegato alle piste con impianti di risalita di ultima generazione, i costi sostenuti nell’area per l’ammodernamento e la costruzione di impianti ammonta a 210 milioni di euro  nell’ultimo decennio, una cifra ingente che pone Ischgl tra le località sciistiche meglio servite a livello europeo: le seggiovie da 6 o 8 persone rendono le file ridotte al minimo e offrono il comfort dei sedili riscaldati su alcune tratte. Un sistema all’avanguardia: la Silvrettabahn, cabinovia a 24 posti, collega il centro del paese con il pianoro dell’Idalp a 2300 metri, dove si trova l’Ildap selfservice restaurant, che può ospitare fino a 480 persone, all’interno della struttura si trovano un ristorante di grande suggestione, un bar, la terrazza solarium ed uno spazio bimbi, oltre al negozio InterSport dove in pochi attimi è possibile affittare sci e scarponi per «immergersi» nella neve che ricopre le montagne armati di sci e racchette.
Il Silvrettabahn è uno dei tre impianti che si dipartono da Ischgl per raggiungere le piste, ad esso si aggiungono l’ovovia del Fimbabahn e quella del Paratschgratbahn che si collega con l’avveniristico Pardorama, a 2600 metri di altezza, una costruzione in vetro e acciaio con una vista mozzafiato sull’intero comprensorio sciistico. Al suo interno un ristorante, selfservice, terrazza solarium e bistro. La caratteristica di questa località sciistica è quella di essere stata apprezzata negli ultimi anni per la promozione a favore dei giovani: il 26 di novembre la stagione è stata aperta con il concerto della band svedese dei Roxette che si è esibita davanti ad oltre 16mila spettatori. L’ultimo fine settimana di aprile è in programma il concerto di chiusura che si svolge sulle piste del pianoro dell’Ildap da dove si dipartono una serie di impianti che servono l’intera conca. La particolarità di questa stazione sciistica è legata anche al fatto che è dotata di un impianto di innevamento artificiale assai esteso che permette di coprire quasi 90 km di piste tramite la neve artificiale. E’ successo in occasione dell’apertura della stagione sciistica. Le piste, lunghe strisce bianche tra boschi e montagne, erano tutte battute. Un innevamento perfetto che ha garantito il divertimento a migliaia di turisti. Ischgl è prima di tutto «fun» divertimento in tutte le sue forme: sportivo, ma anche mondano.
Un’Ibiza delle Alpi dove, accanto alla pratica dello sport, riveste altrettanta importanza l’ «aprés ski», un rito immancabile, al termine della giornata sulla neve. Un movida in salsa transalpina dove i giovani ancora in piumino, tuta e scarponi, abbandonano gli sci per un lungo e ricco aperitivo, fino a tarda sera . La notte è lunga a Ischgl nei tantissimi locali che punteggiano il centro: non vi è che l’imbarazzo della scelta. Ambienti di grande atmosfera, spesso in stile tirolese, dove ci si trova a bere un drink in compagnia ma anche a ballare dopo cena con una gran voglia di divertirsi. E poi, la mattina dopo, via ancora sugli sci. ( Fonte: www.lagazzettadiparma.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog