Autunno in Trentino: foliage, sport e mostre

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1351065136036_0.jpgIn Trentino la «mezza stagione» c'è e non ha niente da invidiare alle proposte invernali ed estive che attirano ogni anno sempre più turisti, dall’Italia e dall’estero, nelle valli e sui laghi di questo paradiso naturale. Una gestione attenta delle risorse naturali, una grande inventiva e la cortese ospitalità permettono al Trentino di offrire itinerari per tutti i gusti: dal weekend relax alla vacanza attiva, dai percorsi enogastronomici a quelli culturali.
Per chi ama la fotografia o la pittura, l’autunno è il periodo del «foliage». I boschi si tingono di giallo e di rosso e le diverse tonalità delle foglie trasformano i panorami in calde tavolozze colorate.
 Le giornate ancora limpide e serene permettono di passeggiare lungo i sentieri e godere di uno scenario unico prima di fermarsi in una delle tante malghe per una pausa ristoratrice. Ma il Trentino è anche una grande palestra «en plein air». Ai piedi delle Dolomiti di Brenta, sulle rive trentine del Lago di Garda, innumerevoli infrastrutture naturali permettono di praticare attività sportive per 365 giorni l’anno. Per scoprire le bellezze naturali, dalle spiagge del lago di Garda alle pendici dell’Altissimo, i 400 chilometri di sentieri e mulattiere, percorribili anche in bicicletta, sono la via privilegiata.
 Ma se preferite provare ad arrampicare, scivolare in un canyon, salire su una ferrata o guadagnarvi la cima con gli sci tra la neve fresca, le guide della Scuola di Alpinismo e Sci Alpinismo Friends of Arco (www.friendsofarco.it) avranno sempre la soluzione giusta per far divertire sia i più temerari che le famiglie con bambini. Arco, Nago, Torbole, Dro, Drena e Riva del Garda, offrono una straordinaria qualità di roccia e numerose falesie con diversi livelli di difficoltà: oltre 2000 vie attrezzate possono soddisfare i «climber» più esperti e permettere anche a che non ha mai arrampicato di provare l’ebbrezza di affrontare la parete. E dopo tanto sport, l’ideale è concedersi una pausa nelle tante strutture wellness del Trentino.
Vere oasi di coccole e relax dove rigenerare corpo e mente tra massaggi, trattamenti termali e percorsi benessere. Il Trentino è anche cultura, storia ed arte. Terme romane, castelli e borghi medievali, chiese romaniche e palazzi rinascimentali raccontano di un territorio e della sua gente. Accanto ai monumenti da ammirare, non mancano durante l’anno manifestazioni e mostre in cui i turisti possono rivivere da vicino il fascino del passato. Tra queste, inaugurata da pochi giorni, una mostra tutta dedicata al mondo dello sci nordico e allestita nelle Gallerie di Piedicastello a Trento, passanti stradali chiusi al traffico nel 2007 e recuperati come inconsueto spazio espositivo.
In attesa dei campionati del mondo che si terranno in Val di Fiemme dal 20 febbraio al 3 marzo, gli appassionati potranno ammirare gli sci con cui il norvegese Fridtjof Nansen fece la traversata della Groenlandia nel 1888, e il bob usato nel 1954 per il primo campionato su pista.
Frutto della collaborazione tra la Fondazione Museo storico del Trentino e la Federazione internazionale dello sci (Fis), la mostra raccoglie tra la galleria bianca e la galleria nera oggetti, video e foto che hanno fatto la storia delle Olimpiadi e dei Mondiali di sci nordico, inaugurati a Chamonix nel 1924, fino ai giorni nostri. La mostra rimarrà aperta fino al 30 giugno 2013 dal martedì alla domenica, orario 9-18.
Fonte: www.gazzettadiparma.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog