Città Sant'Angelo ( PE): arte e storia

http://conoscere.abruzzoturismo.it/repository//img_comuni/82cittasantangelo.jpgAnche Città Sant'Angelo (m. 317) fa parte dei "Borghi più belli d'Italia". La qualità ha premiato il Comune angolano che è il primo, tra tutti quelli della provincia di Pescara, ad accedere a questo esclusivo club.

CITTA' S. ANGELO si estende sul versante nord della Valle del fiume Saline. La sua posizione collinare consente di godere di una ampia vista panoramica. Prima di entrare al centro si incontra la Chiesa della Madonna della Pace, del XVI sec. semplice facciata con portichetto; interno ad unica navata coperta a capriate lignee, interessanti opere pittoriche sulle pareti; altare maggiore con artistico paliotto rinascimentale, in legno policromo. All'ingresso dell'abitato un verdeggiante parco pubblico; nei pressi la Chiesa di S. Antonio affiancata all'ospedale ex convento francescano. Facciata "classica"; un arco ribassato introduce nel breve atrio, semplice ingresso alla Chiesa. Interno ad unica navata: stucchi ed ornamenti barocchi. Altari riccamente decorati sulla parete di destra, interessante la nicchia conchigliata con statua di S. Antonio Abate; tele di varie epoche e bassorilievi di pregio. Lungo il vialetto l'edicola classicheggiante con grande statua di S. Antonio Abate seduto. All'inizio del corso principale la poderosa Chiesa di S.Michele del 1326; sullo stesso luogo sorgeva un'antica chiesa del IX sec., nel 1353 ebbe il titolo di Collegiata, privilegio concesso a chiese in città di una certa importanza. Fiancata a porticato, del XV sec., arcate ogivali su tipiche colonnine; sulla breve scalinata due capitelli con leoncini, alla base due antiche pietre con pregevoli rilievi bizantineggianti: avanzi di un antico ambone del IX sec. Non esiste la facciata in quanto è occupata dalla tipica torre campanaria del XV sec. modello dei tanti campanili esistenti in diverse località d'Abruzzo. Un artistico portale del 1326 orna la fiancata in corrispondenza dell'ingresso al portico; pregevoli sculture, archivolti ogivali, statuetta di S.Michele. in alto una pietra con croce greca trilobata reca la data: A.D. MCCCXVI.N.IND. (1326); altra pietra con l'Agnus Dei. Altro portale, più modesto, è murato. Coronamento ad arcatelle intrecciate e cornice aggettante. Un modesto portale, più avanti, introduce alla chiesa; interno, a due navate, completamente barocco. Vicino all'ingresso un antico sarcofago quattrocentesco con figura del defunto sul coperchio: custodisce le spoglie di Amico di Buonamicizia, vescovo di Penne dal 1456, morto nel 1467. Ricchi altari barocchi in legno, statue e pregevoli tele nella navata maggiore. Interessante la grande statua di S.Michele Arcangelo, opera trecentesca in legno policromo e dorato, nei pressi del presbiterio, a sinistra. Ricchi ornamenti sull'arco di trionfo che immette nell'abside poligonale. Notevoli: il coro ligneo e l'artistico leggio finemente intagliato,opere del XVII sec. dello scultore angolano Giuseppe Monti. Nella navata laterale altari barocchi, stucchi, bassorilievi ed ornamenti vari; in fondo grande cappella seicentesca, a cupola. In sagrestia si conservano pregevoli opere di epoche diverse. Proseguendo lungo il corso la Chiesa di S. Francesco, del XIII sec. ; semplice facciata, modesto portale in pietra; lateralmente artistico portale tipicamente romanico di "scuola atriana" riccamente ornato di appropriate sculture. In alto un arco ogivale dopo un sondaggio, mostra interessanti pitture nell'intradosso. Intorno resti dell'antico convento francescano. Interno completamente trasformato: motivi ornamentali di un sobrio barocco, cappelle laterali, tele di pregio. Cupola nella campata che precede il presbiterio, abside semicircolare. Interessante la cappella laterale con stalli lignei, sull'altare quindici medaglioni con i Misteri del Rosario. Pitture sulla volta, mosaici sul pavimento. Gran parte dell'antico monastero è occupato dal Municipio, sono visibili i corridoi con volte a crociere e l'antico chiostro con il portico e le arcate del loggiato. In fondo al Corso la Chiesa di S. Agostino su alta gradinata; grande facciata barocca con nicchia e statua del Santo, elementi architettonici tipici dell'arte secentesca. ( Fonte: http://conoscere.abruzzoturismo.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog