Colera a Cuba? turisti attenti a frutti di mare e acqua potabile

http://ts2.mm.bing.net/images/thumbnail.aspx?q=4608380284895817&id=d774bb4710dd6f272947ba7e8ba30554Preoccupa soprattutto per l'effetto che potrà avere sul turismo l'allarme colera a Cuba. Secondo quanto denunciato da dissidenti cubani, il contagio avrebbe già provocato 29 vittime e oltre un migliaio di persone ammalate mentre le cifre meno allarmanti diffuse dal governo parlano di tre morti, tra i 66 e i 95 anni, e una sessantina di casi accertati. La diffusione del virus, partita dalla provincia di Granma, probabilmente è stata causata dall'inquinamento del sistema idrico, dovuto al mix di piogge e alte temperature dei giorni scorsi e sembra aver già raggiunto Santiago, Guantanamo, Santa Clara, Sancti Spiritus e l'Avana. Alcuni medici ipotizzano che il contagio sia dovuto alla presenza di centinaia di medici e infermieri cubani sull'isola di Haiti dove operano da tempo per combattere i focolai di colera che, sin dal devastante sisma del 2010, ha causato già migliaia di vittime.
Il consiglio è di evitare di consumare i frutti di mare e bollire ogni prodotto che proviene dal mare. Importante, inoltre, fare attenzione all'acqua potabile, meglio bere acqua in bottiglia, ma se non è disponibile, portare a ebollizione l'acqua del rubinetto, quindi raffreddarla prima di consumarla.
E anche la Farnesina sul sito viaggiaresicuri.it ha emesso un avviso: "L'Ambasciata d'Italia a Cuba conferma che nelle ultime settimane è stato registrato un aumento di infezioni gastrointestinali, inclusi singoli di colera, a causa delle alte temperature e delle abbondanti precipitazioni della stagione. Tale aumento risulta al momento tuttavia circoscritto nella Provincia di Granma, a ca. 900 km a est dalla capitale, in particolare nella cittadina di Manzanillo. Nel ricordare che il colera si contrasta innanzitutto adottando opportune norme di igiene personale e su cibi e bevande, si raccomanda di seguire le raccomandazioni del ministero della Salute. Si raccomanda altresì di continuare a consultare con periodicità il presente sito, ove saranno pubblicati eventuali aggiornamenti sull'evolvere della situazione".
Intanto in Messico, gli aeroporti di Merida e Cancun sono stati allertati per prendere le misure necessarie nei confronti di chi arriva da Cuba.
Fonte: www.travelnostop.com

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog