Estate in musica a Salisburgo

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2013/07/16/Societa/Foto/NX-VGG-ART-367432-shutterstock_219269-367419.jpgAppuntamento con il Festival, la cultura e l'atmosfera romantica della città di Mozart in cui quest'anno si celebra il bicentenario della nascita di Verdi e Wagner

Arianna Curcio ( Nexta)

Piazze, strade e vicoli diventano attori di uno degli spettacoli più attesi dell’estate. Lo stile barocco della città offre la scenografia all’incontro annuale a cui musica, teatro e arte non possono mancare. Il Festival di Salisburgo offre per sei settimane, dal 19 luglio al 1 settembre, duecento concerti, opere e pièce teatrali  nei luoghi più suggestivi della patria di Mozart.  Al grido di “Jedermann” nella meravigliosa piazza del Duomo prende il via la programmazione 2013 con i bicentenari di Verdi e Wagner e con la partecipazione di artisti italiani quali Daniele Gatti sul podio per i wagneriani Maestri cantori di Norimberga, Antonio Pappano per il verdiano Don Carlo allestito da Peter Stein, Damiano Michieletto come regista del Falstaff e  il Nabucco, in forma di concerto, diretto da Riccardo Muti. In programma anche un ciclo mozartiano, tra cui un Ratto del Serraglio allestito nell’hangar dell’aeroporto della città.
Location suggestive come la Felsenreitschule, La Casa di Mozart ( Haus für Mozart) o il Grande Teatro del Festival ( Großen Festspielhaus), ospiteranno una delle manifestazioni più attese dagli appassionati di musica e non solo.   Max Reinhardt, fondatore del Festival nel 1920 insieme ad Hofmannsthal disse che “tutta la città è un palcoscenico". Oggi l'opera, il teatro e i concerti danno vita a un programma con un ampio ventaglio di offerte, da Mozart - autentico genius loci - alla modernità, dall'interpretazione classica allo sperimentalismo avanguardistico, dallo Jedermann di Hofmannsthal alle prime assolute di autori contemporanei. E la città non si popola solo di artisti di caratura mondiale, ma anche di ospiti internazionale e di turisti, curiosi e affezionati pronti a trasformarsi in pubblico per tutta la durata della kermesse. Salisburgo si popola così di eleganza, raffinatezza e stile offrendo alle sue vie sfilate di personaggi provenienti da tutto il mondo e pronti a dare alla città un tocco di mondanità.
Alberghi, bar, ristoranti e locali si vestono di accoglienza riuscendo a dar vita a vacanze difficili da dimenticare. Molte le soluzioni anche per i non appassionati di musica classica e di lirica che però desiderano godere del clima mite della città, vera perla incastonata tra le Alpi con le sue cupole celesti, i palazzi eleganti e l'atmosfera di altri tempi. Uno dei migliori panorami della città è senza dubbio quello che si gode dalla Fortezza di Hohensalzburg.

Se si è alla ricerca dell’acustica perfetta, allora l' Auditorium Mozarteum è quello che fa per voi.
A due passi dall’Auditorium ogni mattina si tengono i Mozart Matineen , concerti in onore al compositore durante i quali è possibile dedicare le pause delle opere a passeggiate nel giardino che ospita la famosa "capanna del Flauto Magico", luogo dove Mozart amava isolarsi per comporre. Da non perdere almeno uno dei concerti serali, le mostre (anche di artigianato) o una delle feste in costume d'epoca in hotel storici della città, ma anche per le strade popolate dalla festa.

E se siete alla ricerca di una vacanza che unisca la storia e la musica alla natura, a circa mezz’ora di auto da Salisburgo, potete trovare Travel Charme Bergresort Werfenweng****S, nella località Alpine Pearls di Werfenweng. E’ la destinazione ideale per chi oltre alla visita al Festival, non vuole rinunciare a giornate di benessere, passeggiate e relax. L’hotel – il cui interior design è firmato da Lorenzo Bellini - offre camere spaziose, ristorante a buffet, e ristorante à la carte, vinoteca, lobby con caminetto, Puria Premium Spa di 1600 mq e palestra. Si organizzano settimanalmente escursioni gratuite di Nature Watching, e il concierge è a disposizione per consigliare gli ospiti sulle gite nelle malghe e nei rifugi dell’area di Werfenweng e di tutto il Salisburghese o visite a castelli e attrazioni culturali del comprensorio.
Fonte: www.lastampa.it
Per informazioni sul calendario del Festival di Salisburgo
www.salzburgerfestspiele.at

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog