Genova: Festival della Scienza 2011

http://www.mentelocale.it/img_contenuti/chiara.pieri/grandi/ICub_G.jpgOggi, venerdì 21 ottobre 2011, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale ha preso ufficialmente il via la nona edizione del Festival della Scienza, dal titolo 150 e oltre.

 

«È un'edizione speciale - ha detto Manuela Arata, presidente del Festival - perché quest'anno celebriamo insieme al paese ospite, gli Stati Uniti, il centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia e i centocinquant'anni della fondazione del Mit (Massachusset Institute of Technology). Il Festival è un ringraziamento al mondo della scienza, che ha superato la paura di aprirsi al pubblico e anzi, promuove una conoscenza di cui il paese ha bisogno».

 

Anche Vittorio Bo, direttore del Festival, ha ricordato l'importanza della kermesse non solo per Genova e la Liguria, ma più in generale per l'Italia: «Il Festival della Scienza è l'evento di maggior rilievo in ambito scientifico e tecnologico per quanto riguarda le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Abbiamo scelto come titolo 150 e oltre, perché se da un lato ripercorriamo le tappe della nostra storia, dall'altro guardiamo anche al di là dell'Italia e a cosa accade negli altri paesi, cercando di stabilire un rapporto di scambio e sviluppo. Per esempio il nostro Festival è stato un modello per il Festival di New York, dando avvio ad una collaborazione straordinaria».

 

«Il programma è di ottimo livello - ha detto Maurizio Martelli, membro del comitato scientifico del Festival - nonostante le difficoltà, abbiamo confezionato un'edizione che spero potranno apprezzare cittadini e visitatori. Il nostro obiettivo è avvicinare le giovani generazioni alla scienza, attraverso incontri che possano anche far scoprire mondi diversi. Per esempio quest'anno avremo tra gli ospiti gli astronauti Paolo Nespoli e Luca Parmitano»

 

Durante l'inaugurazione sono intervenute anche le autorità liguri e genovesi, dal presidente della Regione Claudio Burlando, che ha ricordato l'importanza dell'Iit, la struttura che ospita giovani ricercatori da tutto il mondo, e la nascita del polo tecnologico degli Erzelli, a Marta Vincenzi, che ha sottolineato il primato di Genova tra le città candidate a Smart City, fino a Felice Negri, vicepresidente della Camera di Commercio, che ha invitato i presenti a visitare la mostra I 150 anni del Genio Italiano presso Palazzo della Borsa, dove si possono ammirare le eccellenze scientifiche che hanno modificato la nostra società.

 

Kyle Scott, console generale degli Stati Uniti ha chiuso la cerimonia d'apertura con un discorso ottimistico sul futuro della ricerca: «È molto bello il titolo 150 e oltre, perché la scienza può e deve andare oltre. Ci sono nuove frontiere da conquistare, dall'energia solare agli edifici ecocompatibili, dalle protesi che ricostruiscono quasi perfettamente gli arti, all'ampliamento della conoscenza su noi stessi e sul mondo che ci circonda».

 

Prima di lasciare la parola a E. William Colglazier, la cui lectio magistralis, The role of science and technology in a globalized word, ha dato avvio al Festival, un gruppo di ricercatori del Cnr si è esibito in coro, cantando per il pubblico, prima l'inno americano e poi quello italiano. Tutta la sala si è alzata in piedi. «È una grande emozione» ha commentato Manuela Arata, quasi alle lacrime. ( Fonte: www.mentelocale.it)

Autore: Chiara Pieri

Festival della Scienza 2011, il programma completo:

- conferenze

- spettacoli

- mostre e laboratori

 

Biglietti

- Giornaliero (valido fino alle ore 24 del giorno di emissione): intero 12 Eu, ridotto 10 Eu, scuole e ragazzi fino a 14 anni 8 Eu

- Abbonamento (valido per tutta la durata del Festival): intero 20 Eu, ridotto 17 Eu, scuole e ragazzi fino a 14 anni 14 Eu; abbonamento premium con prenotazioni gratuite e illimitate 30 Eu

 

Biglietterie e infopoint

- Palazzo della Regione Liguria (piano terra), piazza De Ferrari 2r: lun-ven, ore 8.30-18.00; sabato, festivi e 31 ottobre, ore 9.30-19.30; fino alle 21.00 nei giorni delle conferenze serali

- Biblioteca Universitaria, via Balbi 40: lun-ven, ore 9.00-17.30; sabato, festivi e 31 ottobre, ore 10.00-18.30

- Acquario di Genova, ponte Ambrogio Spinola: lun-ven, ore 9.00-18.00; sabato, festivi e 31 ottobre, ore 10.00-19.00

 

Infoline

- 010 2345680 (pubblico generico)

- 010 2345690 (scuole e gruppi)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog