Genova. Palazzo Ducale- Sala Dogana: il programma da dicembre a marzo

http://www.mentelocale.it/img_contenuti/collaboratori/grandi/Play_Now_G.jpgGeyser: quando le idee esplodono
Mostra realizzata in collaborazione con Accademia Ligustica di Belle Arti – Dipartimento Comunicazione e Didattica dell’Arte
dal 15 al 24 dicembre
tutti i giorni ore 15.00-20.00
inaugurazione mercoledì 14 dicembre ore 17.00

Geyser è una mostra che si propone di vedere ciò che bolle in pentola nell'attuale riflessione sull'arte. I giovani curatori dei progetti presentati in Sala Dogana sono stati invitati a esporre le loro idee e proposte teoriche considerate più impellenti, a partire da ciò che avvertono come più urgente nel momento presente. Ciascun curatore presenta le proprie riflessioni, intrecciando pensieri e immagini scelte per motivare il proprio discorso critico. Immagini provenienti dal mondo dell'arte contemporanea, ma anche dai più diversi contesti storico-sociali, geo-politici, culturali, disciplinari. Una mostra molteplice: un'installazione di proiezioni, un racconto per frammenti, un'esposizione che fa il punto di una situazione in movimento, una documentazione in atto.
Contributi di: Gabriella Arrigoni, Francesca Busellato, Francesca Guerisoli,  Alberto Rigoni, Stella Seitun, Stefano Taccone.

 

product human
Tvrtko Buric – Leonard Sherifi
Mostra a cura di Stella Seitun
dal 29 dicembre all’8 gennaio 2012
tutti i giorni ore 12.00-20.00, venerdì 6 e sabato 7 gennaio fino alle ore 22.00
inaugurazione mercoledì 28 dicembre ore 18.00

Una scomoda realtà. Il lavoro di due artisti di nazionalità e esperienze diverse, Tvrtko Buric (Zagabria, Croazia 1982) e Leonard Sherifi (Berat, Albania 1984), mette in discussione le strategie di produzione e comunicazione globale riflettendo sui valori dell’individualità, dell’identità, dell’unicità. Opere pittoriche tra pratica tradizionale e applicazione tecnologica.
www.tvrtkoburic.com
www.sherifileonard.artists.de

 

Social Body
Mostra a cura di Massimiliano Madonna
dal 14 al 30 gennaio, dal martedì alla domenica ore 15.00-20.00
inaugurazione venerdì 13 gennaio ore 17.00

Social Body intende esplorare, senza definire, attraverso il corpo e l’intelligenza emotiva dell’artista, il terreno del Sociale, mettendo in opera liberamente, senza prescrizioni e prevenzioni, forme ed effetti di sensazioni, intuizioni, pulsioni, concetti, scaturiti dal corpo della mente, dalla mente del corpo. La scelta è operata in direzione di un artista consapevole di non essere al servizio di alcuno o alcunché, ma libero di mettere in gioco le sue potenzialità creative nella direzione delle sue scelte, siano esse di ordine ludico, provocatorio, trasgressivo, investigativo, ossessivo.
Artisti in mostra: Mirko Aretini, Seline Baumgartner, Roberto De Luca, Jérôme Leuba, Augustin Rebetez, Silvano Repetto, Niklaus Wenger.

Geode
Mostra di Laura Santamaria
Dal 5 al 12 febbraio, dal martedì alla domenica ore 15.00-20.00
inaugurazione sabato 4 febbraio ore 16.30 con l’Happening – Tavola Rotonda “Dà fuoco al fuoco / acqua all’acqua e ciò ti basti”.

“Geode” termine inteso per spazio cavo e sotterraneo come l’architettura di Sala Dogana, ma anche superficie su cui si solidificano cristalli, originati da soluzioni acquose infiltrate nella roccia, processo di metamorfosi, che rende visibile le forme potenziali della materia naturale. Così è interpretabile la raccolta delle opere presentate (installazioni, video, disegni, fotografie), la “ricerca in Natura”, secondo un percorso dal 1999 ad oggi, che  rivela il tessuto di relazioni, e di connessioni che hanno fatto crescere le opere (installazioni, video, disegni, fotografie) una nell’altra, una dopo l’altra. Occasione per osservare la pratica di un processo sperimentale nel registro di gesti e scelte dei materiali, elementi d’azione del microcosmo poetico e singolare.

Giovedì 9 febbraio ore 16.00 laboratorio didattico “Dal buio emergono dei mostri, di bellezza sconvolgente”: apprendimento dell’uso dei pigmenti naturali attraverso una personale e moderna elaborazione dell’antica tecnica meditativa usata dai monaci tibetani per la realizzazione dei loro mandala.
Per prenotare il laboratorio e visite guidate con l’artista tel. 3473055053 - laura.santamaria76@gmail.com


Iride
Mostra di Vania Comoretti
dal 17 al 26 febbraio, dal martedì alla domenica ore 15.00-20.00
inaugurazione giovedì 16 febbraio ore 17.00

Nell'installazione “Iride” l'interesse dell'artista per l'organo della vista si concentra su una piccolissima porzione dell’occhio. Attraverso l'iride sono spesso visibili, all'interno delle generazioni di una stessa famiglia, il perpetuarsi dei legami genetici, essa identifica così “il luogo di appartenenza delle persone”.
Comoretti ritrae l’iride dei familiari, poi quella di amici e persone che hanno un legame con lei e tra loro, ne risulta una rete di conoscenze nella quale si intrecciano legami genetici ed affettivi.
L'installazione “Iride” è composta da più elementi - Person, Eye, Iris - in cui del soggetto si analizzano il volto, l'occhio e in fine l'iride, in questo modo viene descritto anche l'intorno, ossia il rapporto dell'iride con le linee della pelle che la contengono, come se la possibilità di contenimento e di apertura delle palpebre restituissero il passaggio tra l'individuo e l'esterno.
www.vaniacomoretti.com

 

Forme specifiche
Mostra di Olga Cirone e Matteo Musi
dal 2 all’11 marzo, dal martedì alla domenica ore 15.00-19.00
inaugurazione giovedì 1 marzo ore 17.00


Olga Cirone e Matteo Musi girano per le città e "vedono" forme e colori che non sono state concepite per essere percepite in quel modo. Ma eccole lì.
Contro cieli tersi e azzurri. Se le guardate da lontano sono opere astratte,se vi avvicinate riconoscete i muri e l'uso per cui quelle forme sono state progettate. La riproposta plastica di quelle forme esce dalla funzione originaria, ed elabora ulteriormente il messaggio subliminale, visibile solo da certi punti di vista, in certe condizioni di luce. E allora, passeggiando per la città, alzate
gli occhi, ritagliate spicchi di quel che vedete e, se saprete guardare, vedrete
anche voi quello che Cirone e Musi ci stanno mostrando con fotografie e composizioni. (Ferdinando Boero)

 

Inconnu
Mostra di r0 (Roberta Orlando)
dal 16 al 25 marzo dal martedì alla domenica ore 15.00-20.00
Inaugurazione giovedì 15 marzo ore 18.00

Unendo la semplicità delle immagini nella continua ricerca di sperimentazione senza confini, r0. crea, elabora e sviluppa l’impatto digitale della comunicazione visiva insieme alla sincronia audio, esplorando territori inquieti, intimi, riflessivi e osservando l’emotività dei corpi, dei suoni e delle atmosfere che circondano la realtà dei sensi. r0. lavora con la fotografia, video e live media in Europa e NYC.
http://r0inconnu.blogspot.com/

( Fonte: www.mentelocale.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog