" Gli obiettivi del 2013 si realizzano in quota" di Carolina Cenni

http://ts3.mm.bing.net/th?id=H.4949113111642562&pid=15.1La montagna come metafora della vita. Anche la più breve delle passeggiate in quota deve avere un obiettivo, così da gestire in modo appropriato forse e impegno. Proprio come si fa ad inizio anno con i famosi buoni propositi. Anche quando questi non riguardano diete o esercizio fisico, ma il lavoro o i rapporti umani. Un buon metodo è quello di affidarsi ad un life coach che aiuti a ridisegnare e sviluppare la vita privata o professionale. Per avere il coraggio di cambiare e scoprirne poi anche il piacere. "Ho creato la società 'Corda Tesa' per assistere le persone che sentono l'esigenza  di cambiare vita - spiega Roberto Alberio -. Inizialmente mi sono dedicato alle persone che vivevano situazioni difficili dal punto di vista professionale. Camminando si mettono in modo mille energie che aiutano e stimolano una rinascita".
In seguito, la "Corda Tesa" di Alberio ha ampliato il suo raggio. Tra le proposte formative, due spiccano particolarmente e potrebbero essere i buoni propositi per quest'anno: "Bisogna imparare ad acquisire il coraggio per uscire dalla propria area di comfort e diventare così i registi della nostra vita -continua Alberio -. Io l'ho fatto e come ci sono riuscito io lo possono fare tutti. Chiaramente non è una cosa che riesce dall'oggi al domani, ma si può iniziare almeno a rifletterci. Oggi la gente si lascia ancora condizionare troppo dai valori materiali".
Insomma, il punto di partenza è provare, provare a cambiare per migliorare la nostra vita. E vivere meglio. "E allora - suggerisce Alberio -, riflettiamo bene su chi siamo, dove siamo, cosa abbiamo e dove vorremmo essere". Così, in base all'argomento scelto tra quelli formativi proposti si organizzano delle esperienze di cammino e vita in quota. Numerose aziende hanno già sperimentato l'efficacia della quota per rimettere in modo una squadra stanca e demotivata, grazie all'aiuto di un team specializzato. "Le modalità sono due - riprende Alberio -. C'è la proposta alpinistica, e allora andiamo a camminare sui ghiacciai con una guida alpina, e quella escursionistica, in cui accompagnamo le persone che hanno bisogno di condividere temi ed esperienze. Tutti siamo legati con una corda, così da ritrovarci in qualsiasi momento".
Fonte: www.caffe.ch

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog