La fiera bellezza del nord: Amburgo

  • oleg
  • Germania

http://www.mercatinidinatale.com/wp-content/uploads/amburgo.jpgAmburgo, la porta sul mondo, la Bella, la capitale del nord: non è un caso che la metropoli sull'acqua sia considerata una delle città tedesche più interessanti. Gli stessi amburghesi, in genere piuttosto riservati, non possono trattenere l'orgoglio che provano nei confronti della propria città e del suo fascino marittimo. Il fiumi Elba e Alster, il progetto Hafencity, il complesso di magazzini Speicherstadt, il mercato del pesce o la via dei divertimenti Reeperbahn: ogni giorno c'è qualcosa di straordinario da scoprire.

Città elevata al superlativo. E la strada più peccaminosa del mondo

La seconda metropoli della Germania offre ai propri ospiti un'offerta di gran pregio: arte e cultura di ottimo livello, musical di successo, splendidi musei, spettacoli teatrali di qualità e divertenti, opera, una delle compagnie di balletto migliori al mondo, un'eccellente offerta gastronomica, shopping di classe, una vivace vita notturna e attrazioni esistenti da oltre 1.200 anni. Amburgo è una città moderna e cosmopolita, mondana e chic, ma anche ricca di contraddizioni. Ogni quartiere è diverso e si distingue per la propria atmosfera, tuttavia la città presenta un aspetto davvero armonioso: da un lato il bizzarro quartiere St. Pauli con la Reeperbahn, forse l'indirizzo più peccaminoso del mondo, dall'altro il Blankenese, con le sue ville raffinate.

Oppure la zona del centro che si affaccia sul lago Alstersee. La parte più grande del lago, pari a 160 ettari, si chiama Außenalster ed è un vero paradiso per gli amanti della vela e del canottaggio. L'area che circonda il lago è molto amata dagli amburghesi, che non devono allontanarsi troppo dalla città per trovare un luogo tranquillo dove rilassarsi. Ma lo stesso vale anche la parte più piccola del lago, chiamata Binnenalster, con i suoi caffè, negozi e l'esclusivo viale Jungfernstieg.

Centro storico, porto, mercato del pesce: i luoghi da non perdere

Per molti turisti è il centro storico a rappresentare l'attrazione principale di Amburgo. Passeggiando tra le sue vie sembra di fare un viaggio nel tempo, quando i ricchi mercanti facevano affari vendendo caffè, tè e spezie, ad esempio nel quartiere Cremon con il famoso edificio Chilehaus. E nella Deichstraße, una delle antiche vie dei commercianti con uffici ed edifici residenziali costruiti tra il diciassettesimo e il diciannovesimo secolo e numerosi ristoranti e locali di ottimo livello: è il luogo adatto dove ricordare il passato glorioso della città.

Ma il culmine di ogni visita ad Amburgo è sempre l'escursione del porto, che comincia dai ponti destinati allo sbarco delle merci. Qui vicino si trova anche l'antico tunnel dell'Elba: un'imponente edificio sovrastato da una cupola che contiene quattro ampi vagoni in cui dal 1911 vengono trasportati veicoli e persone a quasi 24 metri di profondità. Attraversando il tunnel si raggiunge il quartiere Steinwerder.

Da qui si gode di uno splendido panorama sull'Elba, con il porto, la chiesa di San Michele e le tre navi museo. Da non perdere: il mercato del pesce di Altona. Ogni domenica si rinnova l'appuntamento con l'asta del pesce fresco, le contrattazioni tra i singolari personaggi che affollano questo mercato sono uno spettacolo da non perdere.

Yeah, yeah, yeah: i Beatles e Amburgo

Anche i Beatles fanno parte della tradizione di Amburgo: all'inizio degli anni Sessanta il gruppo di Liverpool faceva ballare tutta la città con le proprie esibizioni che duravano fino a otto ore. Nel cuore del quartiere St. Pauli si erge un monumento spettacolare ai "Fab Four": le piastre in granito sono percorse da fasce in acciaio su cui sono incisi i titoli di circa 70 canzoni; le luci installate nel pavimento creano l'illusione di un disco che ruota e le ombre in acciaio degli stessi John, Paul, George e Ringo completano la piazza. Fan dei Beatles o meno: qui tutti amano Amburgo.

( Fonte: http://www.germany.travel/it/citta-e-cultura/citta/magic-cities/amburgo.html)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog