Laigueglia e i suoi scorci suggestivi

  • oleg
  • Liguria

Laigueglia, penultimo paese all’estremo ponente della provincia di Savona, una volta borgo marinaro dove i residenti si occupavano principalmente di pesca, è oggi una località turistica nota per la sua spiaggia, per la sua tranquillità di piccolo centro e per i suoi suggestivi scorci.

 

Dal litorale al centro storico alla collina, la cittadina ha sempre offerto ai turisti un panorama variegato e la possibilità di affrontare una giornata al mare, uno shopping nel caratteristico budello o una passeggiata nel verde o nella frazione collinare di Colla Micheri senza grossi spostamenti.

 

E’ situata, come Alassio, nella ‘Baia del sole’, tratto di costa riparato e famoso per il binomio sole-mare tra Capo Mele (a ovest) e Capo Santa Croce (a est). Da Laigueglia, Alassio può essere raggiunta facilmente a piedi percorrendo il lungomare (di circa 2 chilometri) parallelo alla via Aurelia. La località del Ponente ligure (da diversi anni ‘Bandiera blu’ d’Europa), che dista circa 100 chilometri da Genova ed una settantina dal confine con la Francia, si raggiunge con l’autostrada Genova-Ventimiglia (uscita al casello di Albenga o di Andora). Il ‘cuore’ di Laigueglia, ricca di storia e di tradizioni, è la zona litoranea tra il Bastione di difesa ed il molo, poetico scorcio che comprende alle sue spalle la mastodontica e bellissima chiesa parrocchiale di San Matteo.

 

La vita quotidiana si svolge nel centro storico, dove si trova anche la zona commerciale, tra le caratteristiche piazzette ed i carruggi che portano al mare o all’Aurelia. Grazie alla recente installazione, nelle vie del centro, di 30 pannelli con foto ed immagini d’epoca in bianco e nero, risalenti anche ai primi anni del ‘900, e didascalie storiche è ora possibile affrontare un percorso guidato tra gli antichi edifici e gli scorci cittadini. Seppur piccola Laigueglia vanta un discreto numero di strutture ricettive (hotel e residence) e moltissimi ed attrezzati stabilimenti balneari con la possibilità di praticare numerosi sport all’aria aperta. In collina dispone anche di un campo sportivo. La gastronomia locale, con piatti a base di pesce e cibi della cucina mediterranea, è ricca anche grazie alla consistente presenza di locali (ristoranti e pizzerie), alcuni di richiamo. La manifestazione più importante, longeva e conosciuta a livello nazionale ed internazionale è il “Trofeo Laigueglia”, gara ciclistica alla quale partecipano i campioni delle due ruote, che apre la stagione delle corse e si svolge ogni anno a febbraio.

 

GASTRONOMIA, TRADIZIONI, APPUNTAMENTI A LAIGUEGLIA. Acciughe ripiene, torta verde, sfoglia con ripieno di carciofi, fiori di zucca e totani ripieni, stoccafisso con contorno di patate e olive in umido ma anche uova e formaggio: la cucina laiguegliese si divide tra l’uso di prodotti della terra e quelli di mare, naturalmente privilegiando questi ultimi che offrono una notevole varietà di proposte a tavola.

 

Tanto pesce, poche carni e pochi grassi di origine animale (e tanti piatti con ripieni di verdura) rendono le specialità cucinate nel borgo marinaro di Laigueglia semplici, saporite e mediterranee.

 

Tra gli altri piatti a base di pesce che si possono gustare ci sono il baccalà bollito con patate, la zuppa di pesce, il fritto misto con totani e gamberi e poi i ‘friscioi di gianchetti’, frittelle di novellame infarinato, gli zerri fritti, pesci pescati localmente che sono tra i più cucinati e richiesti.

 

Tra i primi piatti, invece, ci sono trenette o lasagne al pesto e spaghetti al sugo di vongole o muscoli. L’uso prevalente di erbe profumate, come basilico, rosmarino, salvia, timo e maggiorana scalza quello delle spezie. Dagli scambi avvenuti in passato con il Medio oriente sono arrivati sulle tavole dei laiguegliesi anche la bottarga (caviale di uova salate di muggine), usata come antipasto ed il mosciame, filetti di tonno salati e fatti essiccare al sole, che diventano una specie di salume.

 

Panzerotti fritti (grossi ravioli di sfoglia ripieni di marmellata), ‘marunsin’ (biscotti duri a base di mandorle) e pasta di mandorla (ricoperta di glassa) a forma di triglia o paperetta figurano tra le più tipiche ricette dolci. Uno spettacoli pirotecnico e coreografico con numerosi figuranti che ricostruisce una battaglia tra gli abitanti del borgo a terra ed i pirati in arrivo dal mare sta alla base della tradizionale rievocazione storica dello “Sbarco dei saraceni” che si svolge ogni anno a Laigueglia ad agosto. E’ questa la manifestazione più suggestiva, che si collega ad un fatto storico risalente al 1546 quando Laigueglia fu attaccata dalle galere del corsaro Dragut.

 

Tra gli appuntamenti legati alle festività religiose abbiamo la tradizionale processione del Signore morto, il Venerdì Santo e la festa di San Giovanni, con un suggestivo falò sul molo. A livello sportivo, a febbraio, in apertura della stagione ciclistica nazionale, si corre il “Trofeo Laigueglia”, che porta nella cittadina i campioni internazionali delle due ruote. L’appuntamento musicale più importante è il “Festival Jazz” di fine giugno. ( Fonte: www.rivieraligure.it)

Editing: Angelo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog