Lungo le mura di Londonderry, capitale della cultura 2013 del Regno Unito

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2013/06/03/Societa/Foto/RitagliWeb/londonderry--330x185.jpgLa Città Murata, la Città Vergine, Stroke City o “Legenderry”. Sono tanti i soprannomi “coniati” appositamente per Londonderry, nominata capitale della cultura del Regno Unito in questo 2013 che ne celebra la definitiva consacrazione a destinazione turistica dopo il periodo dei “Troubles” caratterizzati dai duri scontri tra cattolici e protestanti.  

 

La sua più grande attrazione è costituita dalla cittadella circondata da una cerchia di mura perfettamente conservata, risalente al periodo elisabettiano, fatta erigere dagli inglesi agli inizi del '600, capace di respingere qualsiasi assalto che le sia stato portato nel corso della storia grazie alla batteria di 24 cannoni ancora oggi al proprio posto. L'intero perimetro è percorribile a piedi nei due chilometri della sua circonferenza per scoprire la Saint Columb's Cathedral, la prima Cattedrale costruita dopo la Riforma e il Craft Village, un cottage dal tetto in paglia tra Shipquay Street e Magazine Street, in cui è possibile acquistare prodotti di artigianato locale. Molto interessante è anche il Cultúrlann, un moderno e premiato centro per la lingua, le arti e la cultura irlandesi. Lasciando la cerchia di mura, si passeggia sino al cuore del quartiere cattolico, dove le facciate della case attraverso i loro struggenti murales raccontano la storia degli scontri con i soldati inglesi e del Bloody Sunday, l'uccisione di 26 civili compiuti dai militari dell'Ullster una domenica di gennaio del '72, cantata anche dagli U2 in uno dei loro brani più celebri (www.museumoffreederry.org).  

 

Quel periodo è lontano e ora, Londonderry è una città votata alla pace, come testimonia anche il suo splendido Peace Bridge, il nuovo ponte sospeso sul fiume Foyle oltre il quale, in quella che era, sino a pochi anni, fa la piazza d'armi dei soldati britannici si svolgono concerti di musica folk e e rock seguitissimi. E si tengono anche reading di poesia che hanno come protagonista Seamus Heaney, nativo di Castledowson, un villaggio di pescatori dell'Irlanda del Nord al quale nel 1995 fu assegnato il Premio Nobel per la letteratura. Il 2013 vedrà dunque Derry-Londonderry protagonista di un ricco cartellone culturale che comprende eventi di musica, danza, arte, teatro e sport, dalla cerimonia di assegnazione del Turner Prize (23 ottobre 2013 - 5 gennaio 2014), il premio per le arti visive più prestigioso e controverso al mondo, presentato fuori dall’Inghilterra per la prima volta, ai concerti della London Symphony Orchestra (18 marzo), mentre il celebre coreografo Hofesh Shechter, uno dei più emozionanti artisti del Regno Unito, sceglierà 20 giovani musicisti locali da inserire nel suo gruppo per eseguire la spettacolare prima di “Political Mother: Derry-Londonderry Uncut” (8-9 marzo). C'è attesa anche per la prima visita nell’Irlanda del Nord del Royal Ballet dopo oltre 20 anni (30-31marzo) e per la messa in scena di “Translation” di Friel (13-17 marzo) e la nuova opera del commediografo americano Sam Shepard (www.cityofculture2013.com

 

Per informazioni: Ufficio del Turismo Irlandese, Piazzale Cantore 4 Milano, tel. 02.4829 6060, www.irlanda-travel.com. Aerlingus  prevede numerosi voli giornalieri dall'Italia a prezzi vantaggiosi (www.aerlingus.com). Hotelplan organizza viaggi sia individuali che di gruppo a prazzi vantaggiosi (www.hotelplan.it, tel. 02.721361).  
Di Luca Bergamin

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog