" Madagascar, cose uniche al mondo" di Guido Bernardi

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1340204565157_0.jpgBello e inaspettato questo Madagascar, stranamente meno frequentato dagli italiani di altri paesi dell’Africa Orientale: una natura superba, mare splendido che, in alcuni punti, raggiunge i colori e le trasparenze delle Maldive, un verde della foresta così intenso che quasi abbaglia.
 
E poi, qui, la gente è cortese e garbata, a differenza di altri paesi, non esistono né i “beach-boys”, tormento del Kenya, né il pressing costante alla “mancia” o alla vendita a ogni sorta di oggetti; anzi, le specialità del luogo sono le bellissime tovaglie ricamate, che sventolano nei vari villaggi e sui porti delle isole; ebbene, è difficile farsi dire un prezzo, tale è “l’aristocratico distacco” delle donne malgasce.
 
Visitare il Madagascar rimarrà senza dubbio un’esperienza unica e irripetibile. Paese Africano sì, ma dalle caratteristiche endemiche come in nessun altro Paese, flora e fauna uniche al mondo, paesaggi mozzafiato, animali straordinari come i lemuri o le meravigliose balene megaptere, isole dalle spiagge selvagge protette da barriere coralline, contorno di piscine naturali  con un mare cristallino.
 
E perla nelle perle è Nosy Be, situata sulla costa Nord occidentale è l’isola più grande e conosciuta del Madagascar. 
 
Detta anche “l’Isola dei Profumi” per la flora e la fauna che vi regnano, è immersa in un ambiente di aromi inconfondibili soprattutto attraverso le sue grandi piantagioni di ylang ylang, dai cui fiori ne nasce per distillazione un olio essenziale, base di molti profumi mondiali.
 
Grazie al suo microclima tropicale è anche definita la terra dell’eterna primavera ed è certamente la meta turistica balneare più richiesta del Madagascar. Le spiagge dell’isola seppur famose, non sono di tipo caraibico: Ambohiday, Ambaloloaka e Madirokely, sono le più conosciute e le più frequentate, infatti, molte sono le opportunità di Resort e ristoranti che si propongo per tutte le esigenze di budget. 
 
Il mare in assoluto più bello e corteggiato dai migliori diveristi si trova nelle isole limitrofe, dove si possono trovare meravigliose spiagge, come a Nosy Komba, riserva naturale del Lemure Macaco, conosciuta per la costruzione di piccole piroghe e bellissime tovaglie lavorate a mano. O Nosy Tanikely, piccolissima isola a mezz’ora di barca da Nosy Be, divenuta Parco Nazionale sottomarino dai fondali che offrono stupefacenti spettacoli di vita e dalla barriera tropicale già a pochi metri dalla spiaggia. A sud di Nosy Be, invece, potrete trovare altre isole come Nosy Iranja e l’arcipelago delle Isole Mistsio con la loro mitica Tsarabanjina. L’arcipelago delle Radama o Nosy Saba, splendida isola privata raggiungibile con un’ora di aereo privato, dove il tempo si ferma e l’anima si rigenera.  Per chi ama invece scoprire flora e fauna, la riserva di Lokobe è senza dubbio il luogo ideale, oltre alle altre possibilità di attrattive come : l’albero sacro, la cascata sacra, la distilleria di ylang ylang, la distilleria di Dzamandzary produttrice del famoso rhum Dzama, oggi chiusa all’attività. Il resort più bello è forse l’Amarina (www.amarinahotelmadagascar.com una settimana volo incluso a partire da 1390,00 euro) della parmigiana Ora Hotels; nascosto nella bellissima baia di Ambohiday, è costituito da una quindicina di ville in un parco curatissimo di fronte ad una lunga spiaggia sabbiosa, riservata esclusivamente ai clienti dell’Hotel; una piscina holliwoodiana, un ristorante fresco e ombroso sotto un immenso tetto di  foglie di palma, un bar in riva al mare, completano il complesso.
Ma uno degli aspetti più interessanti sono le innumerevoli escursioni; citiamo le più belle: quelle alle tre isole, una giornata in barca alla scoperta di una riserva marina, di Nosy Komba, l’isola dei lemuri, ed a Nosy Sakatia, l’isola delle orchidee.
La seconda è a Nosy Iranja; conosciuta come isola delle tartarughe, è composta da due isole unite da una lunga lingua di sabbia bianca, lunga quasi 2 km, che appare e scompare a seconda della marea. L’acqua va dal turchese al verde smeraldo e spesso è trasparente e cristallina tanto da ricordare un atollo maldiviano. Nell’isola più piccola ha sede un resort privato, mentre la parte più grande è abitata da un piccolo villaggio di pescatori.
Altro hotel molto particolare è il Loharano (www.loharanohotelmadagascar.com  una settimana, volo incluso, a partire da 1250,00 euro) situato in una valle verdissima che scende verso la spiaggia, con, al centro, una serie di piscine “a cascata”. Ottima la cucina.
Fonte: www.gazzettadiparma.it
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog