Montsec tra le stelle

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2013/09/05/Societa/Foto/NX-VGG-ART-373433-vls_373308_osservatorio.jpgIl fascino del mondo dei cieli di una delle mete Starlight del mondo, eletta come nuova Destinazione Turistica dall'Unesco
Livia Fabietti (nexta)

Nonostante la notte di San Lorenzo che, ogni anno il 10 agosto sia solo un ricordo, appassionati, romantici e curiosi desiderosi di alzare ancora una volta gli occhi al cielo nella speranza di esaudire i propri desideri ammirando stelle cadenti, non dovranno aspettare il prossimo anno godere del fascino dell’immensità del cielo in quanto non è una prerogativa della stagione estiva. Esistono delle location che, più di altre, permettono di lasciarsi rapire da quel blu dipinto di blu illuminato da bellissimi scenari: sono le destinazioni Starlight così chiamate in quanto, grazie alle condizioni ottimali dettate dal basso inquinamento luminoso, permettono di godere di uno scenario ideale per osservare l’universo infinito in maniera limpida o quasi.

LE FOTO: FENOMENI ASTRONOMICI CHE INCANTANO

Oggi giorno sono cinque le location elette e, dopo La Palma, la riserva della biosfera della Rioja, la zona della Costiera dell'Italia, il lago Tekapo e Alqueva, l’ultima arrivata è la realtà spagnola El Montsec, sito nella Catalogna, tra le province di Huesca e di Lleida, meta scelta dall’Unesco per essere un mondo a portata d’astrologo in quanto, a seguito della scarsa piovosità (inferiore a 500 mm/anno), umidità moderata e un elevata percentuale di notti serene e limpide, si presenta come una location ideale tanto che sono circa 29.000 i visitatori che la prendono di mira ogni anno, soprattutto a seguito dell’inaugurazione di nuovi telescopi, di un nuovo programma del planetario e di diverse attività.

Vale la pena programmare una visita presso il Parco Astronomico del Montsec (PAM), inaugurato nel 2008 per volere del Governo della Catalogna per rilanciare l’immagine del Montsec in ambito turistico, sociale ed economico, mirando ad ottenere effetti positivi che possano migliorare la situazione socio-economica della zona.

Al suo interno si trova l’ Osservatorio Astronomico del Montsec (OAdM), sito in quel di Sant Esteve di Serge, uno dei più moderni dell’intera Spagna là dove si trovano strumenti per studiare la volta celeste; altro punto di forza è il Centro d’ Osservazione dell'Universo (COU), posizionato ad Ager, a circa 1.570 metri sopra il livello del mare.

Affascinante tanto di giorno quanto di notte, Il Parco del Telescopio, ovvero lo spazio esteriore del Centro d’Osservazione dell’Universo, caratterizzato da due cupole dipinte di bianco destinante all’osservazione grazie alla presenza di un telescopio catadiottrico Schmidt-Cassegrain in grado di catturare immagini astronomiche d’alta qualità o ancora un telescopio per l’osservazione del sole oltre a vari telescopi portatili.

Inoltre, nell’Edificio Centrale del Centro d’ Osservazione dell’Universo, si trova un'esposizione permanente che spazia dall’astronomia alla geologia, mettendo in luce non solo il mondo dei cieli ma anche la ricchezza paesaggistica del Montsec. Da non perdere anche El Ojo del Montsec, un'istallazione multimediale al cui interno è installato un planetario dove vengono proiettati documentari e, ovviamente si può vedere il cielo.
Fonte: www.lastampa.it
I LUOGHI MIGLIORI PER MIRAR LE STELLE
LASTOVO IN CROAZIA: QUI IL CIELO E' PIU' PULITO
Informazioni utili:
Parco Astronomico Montsec:
Centre d'Observació de l'Univers
Camí de Coll d'Ares s / n, 25691 Àger
Tel. (+34) 973 053 022/973 455 246
www.parcastronomic.cat
Nexta

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog