Piacenza, rocche, castelli e salumi

http://www.winefoodfestivalemiliaromagna.com/images/stories/appunti-golosi/salumi-piacenza.jpgChi viene nella provincia di Piacenza, terra di frontiera e crocevia di cultura, è immerso in un tripudio di rocche, castelli, regge e fortezze. Può andare alla scoperta di borghi medievali come Castell'Arquato, Bobbio, Vigoleno, respirare il misticismo dell'Abbazia Cistercense di Chiaravalle della Colomba, lungo l'itinerario europeo dell'antica Via Francigena o vivere un pezzo di storia visitando siti archeologici come Veleia Romana che alcuni esperti hanno addirittura definito la Pompei del Nord Italia. Può anche assaporare una ricca offerta enogastronomica composta da 18 vini Doc e da ineguagliabili prodotti tipici Dop come la Coppa, la Pancetta, il Salame Piacentino, il Grana Padano, il Provolone Valpadana.

Le specialità gastronomiche di questa provincia sono i primi piatti, fra i quali vanno senz'altro ricordati i "Pisarei e fasò", gnocchi fatti a mano con farina, pane, acqua e conditi con sugo di fagioli. Altro primo piatto da inserire nella lista delle specialità da gustare sono gli "anvein", tortellini senza buco ripieni di carni stracotte, mentre i "tortelli con le code" sono ripieni di ricotta e spinaci e arrotolati come delle caramelle. Da annotare anche lo stracotto, il brasato di manzo e d'asino e l'antica produzione di formaggio grana. Molto diffuso in provincia di Piacenza è il peperone piacentino, di forma allungata con la polpa croccante e la buccia molto resistente.

Dopo la raccolta si mantiene a lungo, appassendo appena e si presta soprattutto alla conservazione in barattoli: un tempo si metteva a marinare in una miscela di vino, aceto e sale, per consumarlo durante l'inverno.

Tra i vini vanno citati quelli dei Colli Piacentini Doc tra cui il Monterosso Val D'Arda, il Trebbiano, la Malvasia tra i bianchi fino al Vin Santo di Vigoleno da abbinare ai dolci e alle torte a pasta secca; Gutturnio, Barbera, Bonarda e Novello tra i rossi.

Vi piacciono le cose d'altri tempi e andate spesso a curiosare nei mercatini? Grazzano Visconti, villaggio abbandonato e minuziosamente ricostruito ai primi del '900, è il posto che fa per voi: qui, nelle caratteristiche botteghe, potrete trovare oggetti d'artigianato artistico in ferro battuto, ceramica e legno intarsiato. Ma non è finita, perché se Piacenza, città d'arte, offre al turista tesori romanici e gotici, la sua provincia propone fantastiche opportunità per chi decide di vivere un week end avventuroso e romantico attraverso il circuito dei Castelli del Ducato e le Terre verdiane, o per chi vuole godersi gli scenari che dalle sponde del Po arrivano ai crinali dell'Appennino tra luci e colori che non si possono dimenticare.
Fonte: http://www.winefoodfestivalemiliaromagna.com/appunti-golosi/piacenza-rocche-castelli-salumi.html

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog