Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

http://www.amsterdam.info/red-light-district/oudekerk.jpgEcco la faccia totalmente liberale e tollerante di Amsterdam. Il Red Light District (o ‘Rossebuurt’ come viene chiamato dalla gente locale) non lascia certo spazio all’immaginazione; il nome prende origine dalle luci al neon delle vetrine dove le prostitute posano in attesa dei clienti.

Consigli:
01. se la vostra morale può rimanere offesa da questo tipo di intrattenimento, non visitate questo quartiere. 02. Vietato scattare fotografie alle ragazze in vetrina e al quartiere! Non fatelo o potreste ritrovarvi nei guai e con il rullino sequestrato. A buon intenditore… 03. Attenzione ai borseggiatori e ai malintenzionati. Questa è un’area sempre molto affollata. 04. Per tanto si consiglia di non visitare il quartiere da soli, soprattutto a notte fonda.

Dalle case di appuntamento ai locali di spogliarello e lap-dance, dai gay bar ai cinema, dai negozi di video hardcore ai sex-shop, per arrivare fino ai musei: una vera e propria ‘Disneyland del sesso’ sempre affollata di turisti. In città ci sono ben 3 Quartieri Rossi: l’area Walletjes (la più famosa e frequentata, nelle vie tra la Stazione Centrale e Nieuwmarkt), l’area in Singel (tra Raadhuistraat e la Stazione Centrale) e l’area nel quartiere Pijp (nelle vicinanze del Rijksmuseum). La prostituzione ad Amsterdam
In Olanda la prostituzione è legale dal 1815, e dal 1996 è tassata dal Governo olandese.
Secondo le statistiche ci sono nel paese più di 25.000 prostitute, molte delle quali immigrate senza permesso di soggiorno.

http://www.amsterdam.info/red-light-district/liveporno.jpgMa pochi sanno che il Quartiere a luci rosse ad Amsterdam (parliamo dell’area Walletjes) è una delle parti più vecchie e affascinanti della città, dove nelle case che danno sui canali regna la tipica architettura del XIV secolo e vi si trovano veri e propri capolavori come l’Oudekerk (Chiesa Vecchia) in stile Gotico.

L’area è famosa anche per la presenza di ristoranti, negozi e supermercati Cinesi. Una vera e propria ‘Chinatown’ dove gustare ricette autentiche.
Ultimamente si sono diffusi nella zona anche ristoranti Indonesiani, Thai e Tibetani. Prezzi abbastanza contenuti e cibo certamente particolare ma gustoso: da provare!

 

Musei
Non potevano di certo mancare i musei sul tema…

Erotic Museum
Si trova nel cuore del Quartiere Rosso, 5 piani dedicati al mondo dell’erotismo che riflettono la storia dell’area.
Indirizzo: OZ. Achterburgwal 54

Sex museum
Benvenuti nel Tempio di Venere! Un’estesa collezione di dipinti erotici, oggettistica e ‘tradizioni’ appartenenti a diverse Epoche e culture.
Indirizzo: Damrak 18
www.sexmuseumamsterdam.nl

Condom shop Het Gulden Vlies
In questo negozio totalmente dedicato all’amico in lattice (ne troverete davvero di tutti i colori e forme, alcuni anche dipinti a mano; è presente anche una sezione con opuscoli informativi e libri che illustrano i pericoli dei rapporti senza uso di protezione) si trova anche un piccolo museo del profilattico.
Indirizzo: Warmoesstraat 141

( Fonte: www.http://www.amsterdam.info)

Editing: Angelo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog