Toirano e i suoi itinerari turistici

  • oleg
  • Liguria

IL CENTRO STORICO. Il borgo medioevale costituisce un interessante itinerario alla scoperta della storia di Toirano. Sulla piazza S.Martino si affaccia la Chiesa Parrocchiale costruita nel 1600. Il porticato laterale che si affaccia sulla piazzetta dell'Oratorio conserva colonne in pietra di Finale appartenenti all'antica Pieve.

La torre campanaria, un tempo torre di difesa, presenta merlatura ghibellina ed è abbellita da un doppio ordine di trifore. Proseguendo nel vicolo di via G.B. Parodi, si incontra la loggia del Paraxo, residenza del Vescovo di Albenga che in questa sede esercitava la sua sovranità feudale su Toirano.

Sul portone dell'ingresso si conserva un bassorilievo cinquecentesco in pietra nera con San Michele titolare della diocesi e le insegne del vescovo Leonardo Marchese. Girando a destra, subito dopo il Paraxo, si inizia il pittoresco percorso del Torracco, che costituiva il nucleo originario e fortificato del paese lungo il Varatella. E' un insieme antico e suggestivo, caratterizzato da mura in pietra, case torri, vicoli tortuosi, archivolti, porticati bassi e bui, ripide scale esterne. A metà del primo vicolo è possibile scendere, attraverso una delle antiche porte del borgo, la porta del Molino, verso il ponte medioevale, sul Varatella, costituito da tre arcate in pietra. I vicoli del Torracco sboccano nella piazza della Libertà, da dove si prosegue verso il ponte sul Barescione. Qui è possibile ammirare la decorosa architettura dell'Oratorio di S. Giuseppe, eretto nel 1716 per volontà del Capitano Giuseppe Polla, Il quale inoltre si preoccupò, con un benefico lascito, che Toirano avesse una scuola per l'istruzione gratuita della Gioventù, affidata agli Scolopi.

 

Si scende quindi lungo la via intitolata a Giuseppe Polla, un vicolo stretto e suggestivo che si snoda lungo la cinta muraria del vecchio borgo, sormontato da tipici archetti. Un tempo a scopo difensivo, vi veniva incanalata l'acqua del torrente Barescione , per questo il vicolo è conosciuto come via dei Fossi. Superata una serie di arcate si raggiunge il Palazzo d'Aste, imponente costruzione che si affaccia da un lato sulla via dei Fossi, dall'altro sul vicolo principale. Fu abitato fino agli inizi del 1700 dalla famiglia D'Aste, che tenne in feudo Toirano per conto dei vescovi di Albenga e successivamente divenne la dimora dei Marchesi del Carretto scesi da Balestrino nel periodo finale della loro storia. Una rampa conduce al giardino del Palazzo, arricchito da superbi esemplari di piante secolari ed esotiche. Nei fondi del Palazzo, che si aprono proprio sulla via dei Fossi, dove una volta erano situate le scuderie, è stato recentemente creato il Museo Etnografico della Val Varatella, sapiente ricostruzione degli aspetti più caratteristici della civiltà contadina  della valle Varatella dei secoli scorsi. Il Museo è organizzato in 10 sezioni, distribuite in quattro suggestive sale a volte ribassate che espongono più di 1000 pezzi autentici a compendio della vita e del lavoro dei Toiranesi.

 

 

LA CERTOSA E I MULINI. Sullo sfondo di S.Pietro si staglia un vecchio campanile che sorge dai ruderi di un grigio tetto a capanna: è quanto resta della Chiesa del Convento dei monaci di S. Bruno del XV° secolo. L'antico convento certosino è ormai in rovina. Si è conservata un'ala del chiostro e l'edificio è stato trasformato in abitazioni.

 

Scendendo dalla Certosa verso il paese la via diventa ciottolata e conduce alla località chiamata Mulini, dove abbarbicati ad una parete rocciosa sul Varatella, sono conservati tutt'oggi, anche se adibiti ad altri usi, tre antichi mulini che sfruttavano nel passato l'unica fonte di energia disponibile, l'acqua. Un pittoresco ponticello scavalca il fiume e lungo la sua sponda destra è stata canalizzata l'acqua di un sorgente calda, tuttora attiva, che alimenta numerosi lavatoi, distribuiti nel paese, utilizzati ancora oggi dai Toiranesi per la limpidezza e il tepore dell'acqua. ( Fonte:
/www.rivieraligure.it)

Editing: Angelo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog