Valsavarenche a tutta adrenalina - di Livia Fabietti

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2014/01/03/Societa/Foto/TNX-2114-Valsavarenche.jpgBella, dinamica, sportiva e divertente: questi sono solo alcuni degli innumerevoli aggettivi con cui si è soliti descrivere una delle regioni più affascinanti dello stivale, la Valle d’Aosta.  Località sciistica in inverno e meta di villeggiatura in estate, la Valsavarenche è una delle valli più amate da tutti colori che desiderano inseguire dimensioni autentiche dov'è possibile staccare la spina e rifugiarsi in un mondo dipinto di verde.
Qui si concentra infatti la più alta densità di aree naturali protette, parchi e riserve naturali tra cui, in primis, il Parco Nazionale del Gran Paradiso, istituito al fine di preservare questa realtà e promuovere una forma di turismo sostenibile: affascinante durante i mesi della fioritura, romantico in autunno mentre l’inverno è la stagione delle nevi, tutto si veste di bianco e, a rubare la scena, incantevoli specie faunistiche come stambecchi, camosci, volpi, aquile e gipeti da osservare, in maniera rispettosa, nel loro habitat naturale.

LE FOTO DEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO

Chi volesse calarsi nei panni di fotografo per un giorno, c’è la possibilità di rendere immortali le grandi bellezze nei weekend del 18-19 gennaio, 8-9 febbraio, 8-9 marzo e 5-6 aprile con il pacchetto Obiettivo 100% natura (Cooperativa Habitat Guide Naturalistiche,Tel. 0165363851) che, in compagnia di fotografi naturalisti e guide del Parco, invita ad apprendere i segreti del mestiere per realizzare le migliori fotografie naturalistiche.

Con il freddo la Valsavarenche non va in letargo, anzi, splende di luce propria tirando fuori il suo dinamismo che intende condividere con tutti coloro che la eleggono come meta per le proprie vacanze. Gli sport invernali sono sicuramente una delle più grandi attrazioni per gli appassionati dello sci, grazie alla presenza di 3 piste da discesa con relativo impianto di risalita e 17 km di piste da fondo mentre, per chi ama lo sci alpino, tre piste di media difficoltà dove la natura la fa da padrona in un ambiente unico, avvolti in una scenografia di alto spessore, vette innevate e foreste di abeti. Per una scarica di pura adrenalina da non dimenticare l’appuntamento con Witch Air Bag, in calendario nelle giornate del 4,5 e 6 gennaio 2014, tra salti e acrobazie per tutti sul grande materasso gonfiabile.

La Valsavarenche pensa anche a chi non è pratico di sport o predilige passare le giornate in maniera più soft, adattandosi ai ritmi più lenti della natura, levando scarponi e sci per indossare le ciaspole, le speciali racchette che consentono di passeggiare sulla neve senza affondare, pronti ad emozionanti escursioni adatte a  tutti, sia di giorno che in notturna, in quanto non è richiesta preparazione alcuna per prendervi parte.

Chi ama non solo vivere a contatto con la natura ma anche sceglierla come location ideale per il pernotto notturno, tanti i rifugi alpini dove godersi la vacanza in maniera semplice ma, allo stesso tempo, esclusiva: in quel della frazione di Le Pont, si trova il rifugio Tètras Lyre (Tel. 3356001921, www.rifugiotetraslyre.it), posizionato a circa 15 minuti a piedi dal Piazzale di Pont Valsavarenche. Quella che un tempo era una stalla, al giorno d'oggi è un'accogliente baita avvolta da un bosco di larici; aperto in inverno da ottobre ad aprile mentre, per quel che concerne la stagione esitva, spalanca le porte dal 1 giugno al 15 settembre deliziando gli ospiti con il suo ristorante dove sperimentare piatti tipici della cucina valdostana e internazionale.

Alloggio in baita, chalet, piazzole per camper e tende presso il Camping Pont Breuil (Tel. 016595458,www.campingpontbreuil.com), un campeggio che, immerso in una spettacolare cornice di montagna su di una superficie di ben 50 mila metri quadrati, è definito il più alto d'Europa.
Fonte: www.lastampa.it
Informazioni utili:
www.lovevda.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog