Viaggi in Treno: La Transiberiana

http://www.utopie.it/images/turismo_responsabile/transiberiana.jpgLa transiberiana e' la linea ferroviaria da Mosca a Pechino o da Mosca a Vladivostok sul Mar del Giappone. La linea ferroviaria piu' lunga del pianeta. Si può chiamare più precisamente Transiberiana solo la parte orientale della ferrovia, da Celiabinsk (al sud degli Urali) a Vladivostok. La sua lunghezza è circa 7.000 km. Proprio questa parte fu costruita tra il 1891 e il 1916.

Il problema principale dei trasporti in Siberia era l'attraversamento dei fiumi che procedendo dal sud verso il nord impedivano un percorso agevole nella direzione da ovest a est. I viaggiatori dovevano andare in parte a piedi o a cavallo o utilizzare barche navigando sugli affluenti minori. I trasporti a trazione animale erano molto lenti, e i viaggi da Mosca a Vladivostok duravano 3-4 mesi. Il problema fu esaminato per molti anni, le proposte concrete di costruire una linea ferroviaria in Siberia giunsero negli anni 80 del XIX secolo. Ma solamente dal 1887 fu considerato il progetto della linea passante. Negozianti, industriali e militari delle province orientali appoggiavano il progetto, chiedendo ognuno di posarla attraverso la propria città. Ma c’erano anche opinioni avverse a questo tipo di costruzione, sulla base della considerazione che la messa in opera sarebbe stata troppo costosa, che la ferrovia non era necessaria in Siberia e che per molti anni avrebbe funzionato in grande perdita.

* L'inizio ufficiale: il 31 maggio 1891 si tenne la cerimonia, vicino a Vladivostok, alla presenza dello zarevič Nicola, il futuro imperatore Nicola II, che simbolicamente trasportò la prima carriola di terra.

* L'inizio della costruzione reale era stato all'inizio del marzo 1891, quando era iniziata la costruzione del tratto Miass - Celiabinsk.

* La posa delle rotaie di tutta la Gran Via Siberiana terminò il 3 novembre 1901, quando i costruttori della ferrovia cinese-orientale incontrarono quelli della Transiberiana, appunto.

* Il traffico regolare tra l'allora capitale dell'impero (San Pietroburgo) e i porti del Pacifico (Vladivostok e Dalnij) fu stabilito nel luglio 1903. Il 14 luglio 1903 la Gran Via Siberiana su tutta la sua estensione fu messa in funzione. Ma sul percorso c'era un'interruzione: i treni attraversavano il lago Baikal su un traghetto speciale (o attraverso la ferrovia sul ghiaccio d'inverno).

* La fine della costruzione tra San Pietroburgo e Vladivostok avvenne dopo l'inizio del traffico sulla Ferrovia Circolare a sud di Baikal il 29 ottobre 1905. Il completamento in tutto il territorio dell'impero russo avvenne il 18 ottobre 1916 quando fu messo in funzione il ponte sull'Amur vicino a Khabarovsk.

Le più grandi città in Siberia si trovano accanto alla Transiberiana o alle altre ferrovie. C’erano pronostici opposti sul destino della ferrovia: i piu' pessimisti prevedevano grandi perdite dovute ai costi di esercizio, altri piu' ottimisti predicevano un grande successo e la possibilità di trasportare carichi tra l'Europa e il Giappone più velocemente e più economicamente che sul mare. Di fatto le spese per costruzione della Transiberiana rientrarono completamente in pochi anni. Ma la linea non poté competere sul mercato dei trasporti per le merci in transito. La ferrovia era a binario singolo ed inaspettatamente anche molto utilizzata da treni merci locali, cosa che riduceva la velocità media a 15 km/h. Nondimeno, la linea dette una grande spinta alle regioni siberiane. I ponti sul fiume di Ob' e Tomjo furono costruiti lontano da Tomsk, in quegli anni la più gran città siberiana. Tomsk fu sorpassata da Novosibirsk, che apparì accanto al ponte sull'Ob e diventò la terza più grande città della Russia. Tyumen, attraverso cui la linea transita, si sviluppava e cresceva più velocemente che Tobolsk (allora il centro della regione) che non aveva una connessione ferroviaria. Per questo nel 1934 il centro della regione Ob-Irtysh fu spostato da Tobolsk a Tyumen. Con la ferrovia il primo ministro Stolypin conduceva il programma di emigrazione della popolazione rurale dalla parte europea alla Siberia. Tra il 1906 e il 1916 3 milioni di contadini si trasferirono dalla parte europea sovrappopolata, alla Siberia, ricevendo gratuitamente dei grandi appezzamenti terrieri dal governo. I contadini siberiani cominciarono a produrre ed esportare nella parte europea molto frumento a buon mercato. Per salvare i contadini della parte europea dall'impoverimento e sconvolgimenti, il governo mise allora un dazio speciale. Come conseguenza l’agricoltura siberiana si convertì immediatamente a produrre il burro invece che il frumento. Durante la Seconda guerra mondiale la linea permise all'Armata rossa di trasportare rapidamente grandi forze dall'Estremo Oriente al fronte occidentale nel 1941. Molte fabbriche furano sgombrate dalla parte europea alla Siberia, furono installate accanto a stazioni in città varie. La maggioranza di queste fabbriche restarono a lavorare in Siberia per sempre, contribuendo allo sviluppo delle regioni.

Percorsi

* Attuale: Mosca, Nizhny Novgorod (Gorkij), Kirov, Perm, Ekaterinburg (Sverdlovsk), Tyumen, Omsk, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk, Ulan Udè, Cità, Khabarovsk, Vladivostok

* Meridionale: Mosca, Murom, Arzamas, Kanash, Ufà, Celiabinsk, Omsk, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk, Ulan Udè, Cità, Khabarovsk, Vladivostok.

* Settentrionale: Mosca, Yaroslavl, Kirov, Perm, Ekaterinburg, Tyumen, Omsk, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk, Ulan-Udè, Cità, Khabarovsk, Vladivostok.

* Storico: Mosca, Ryazan, Ruzaevka, Samara (Kuybyscev), Ufà, Celiabinsk, Omsk, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk, Ulan Udè, Cità, Khabarovsk, Vladivostok.

Fonte: http://www.utopie.it/turismo_responsabile/viaggi_in_treno.htm

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog