Vini protagonisti a Piacenza. E salumi a Rubiera

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1322156919070_0.jpgSabato 3 e domenica 4 dicembre apre le porte il primo «Mercato dei vini dei Vignaioli Indipendenti» nel quartiere fieristico di Piacenza (PiacenzaExpo). Due giorni per scoprire, degustare e acquistare oltre mille vini artigianali italiani e francesi, ma anche per incontrare gli oltre 200 vignaioli che saranno lì per raccontare i propri vini personalmente a tutti i visitatori.

Dicono gli organizzatori: «Andare al Mercato dei vini dei Vignaioli Indipendenti sarà come ai vecchi tempi, quando il mercato era luogo di incontro dove si scoprivano e si valutavano le merci esposte, si potevano chiedere informazioni sull'andamento dell'annata acquistare i prodotti direttamente dal contadino o, come in questo caso, dal vignaiolo.

Con soli 10 euro di ingresso (incluso calice ad hoc), ogni visitatore potrà seguire un proprio percorso di degustazione tra le piccolissime aziende vitivinicole d'alta quota di Val d'Aosta, Trentino, Alto Adige, ma anche di una sconosciuta Val Camonica; tra le bollicine italiane del Prosecco e della Franciacorta; tra le differenti espressioni del Sangiovese, dal Chianti al Brunello di Montalcino, dalla Maremma alle tante piccole perle della Toscana minore. E ancora tanto sud con una folta rappresentanza di Vignaioli Indipendenti dalla Campania e un bel gruppo di produttori calabresi che faranno conoscere un Cirò ancora troppo sconosciuto.

Per gli amanti delle guide e dei punteggi questo Mercato è un'ottima occasione per assaggiare molti vini che hanno ricevuto i Tre Bicchieri, i Cinque Grappoli, le Chiocciole, le Stelle e punteggi altissimi su tante altre pubblicazioni.

Ma cos'hanno di speciale? Sono prodotti con un forte attaccamento al territorio, frutto del paziente lavoro quotidiano di uomini e donne che coltivano la propria uva, la trasformano nelle proprie cantine e si occupano della vendita. Vini artigianali che fanno grande il nostro paese nel mondo».

Le degustazioni sono aperte sabato 3 dicembre dalle 13 alle 21 e domenica 4 dicembre dalle 10 alle 18, mentre nella mattinata di sabato apre l'evento una tavola rotonda sul tema “Identità e ruolo del Vignaiolo nello scenario della globalizzazione”. Sono infatti molti i mutamenti che la rete globale di scambi sta chiedendo ai vignaioli e al mondo agricolo ed artigianale. Si tratta di mutamenti che incidono inevitabilmente anche sul prodotto finale che arriva sulle tavole dei consumatori. Il programma è arricchito da degustazioni tematiche che permetteranno di scoprire vecchi vini e particolari zone vitivinicole.

«GNOCCO, SALAME E... FANTASIA» A RUBIERA

Domenica 4 dicembre i portici di Palazzo Sacrati, in via Emilia Est 5 a Rubiera, ospiteranno gli stand gastronomici e le iniziative di intrattenimento di «Gnocco, salame e... fantasia». Fra i protagonisti della giornata ci sono i prodotti dei norcini: salami, salsicce, cotechini, ciccioli. Per tutto il giorno ci saranno bar e negozi aperti in paese. Dalle 10 alle 19 si potrà girare fra le bancarelle del mercatino. Non mancheranno i giochi per i più piccoli. ( Fonte: www.gazzettadiparma.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog