Visita al Castello di Fontainebleau

  • oleg
  • Francia

http://www.francia.be/images/stories/castello_fontainebleau.jpgUno degli edifici più belli e grandi del mondo, non poteva non essere custodito nei dintorni di una città importante come Parigi. Il castello di Fontainebleau è veramente immenso, come immensa è l'arte e la storia in esso custodite: sontuose sale testimoni del genio di Napoleone Bonaparte, o prima di lui delle precedenti corti reali francesi.

 

Giardini, laghetti, bianche mura dalla squisita architettura, una concorrenza regale alla grande corte di Versailles, sua rivale più grande. Come si nota dalla foto a fianco, la maestosità di questo luogo lascia senza parole. Situato a Fontainebleau, un piccolo comune di 15.000 abitanti, alle porte di Parigi (circa 45 km) fu residenza reale della corte francese di Francesco I, nel Seicento, di Napoleone Bonaparte e Napoleone III, nell'Ottocento. Ne deriva una grande rappresentazione di stili architettonici tra i più significativi della nazione, tanto che l'intero edificio è da tempo annoverato come patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Il castello viene considerato come il luogo d'introduzione dell'arte rinascimentale italiana in Francia.

 

Luigi VII vi costruì una piccola abbazia, consacrata nel 1169, mentre secoli più tardi Francesco I vi commissionò l'edificazione del castello, secondo lo stile delle grandi città italiane. L'accesso avviene dal grande Cortile du Cheval Blanc, con le sue quattro caratteristiche aree verdi, si attraversa il lungo viale per arrivare alla scala a forma di ferro di cavallo, la escalier du Fer à Cheval. Tra cortili e lunghi corridoi, si raggiungono le aree più rappresentative: al pianterreno, si ammirano splendide sale come la Galerie Francois I, abbellita dagli affreschi allegorici dell'artista Giovan Battista di Jacopo (meglio conosciuto come il Rosso Fiorentino) e dalla sua pittura manierista. Un po' più in là e si raggiunge la Salle de Bal, in stile rinascimentale disegnata da Primaticcio nel XVI secolo (la si ammira in particolare per le preziose decorazioni delle arcate e del soffitto a cassettoni).

 

La Sala del Trono di Napoleone Bonaparte aggiunge un tono di stravaganza alla sontuosità dell'edificio, si accompagna all'appartamento privato dello stesso Imperatore, interessante testimonianza personale di uno dei più grandi uomini della storia europea. Il grande castello è infatti molto legato a Napoleone, qui troviamo anche la sala dove egli fu costretto ad abdicare, il 6 aprile del 1814 (la Sala dell'Abdicazione). Si ammirano inoltre le Cour des Princes, la Galerie de Diane de Poitiers e la Galerie des Cerfs, che veniva utilizzata come biblioteca. Nella cappella de la Trinité, costruita da Enrico II nel 1550, si ammirano inoltre decorazioni della prima metà del XVII secolo, oltre che le testimonianze storiche del matrimonio di Luigi XV.

 

La grande struttura comprende inoltre due musei, il Musée Napoléon 1er e il Musée Chinois (Museo cinese). Al suo interno anche diversi altri giardini: Jardin de Diane, Jardin Français, i giardini del Grand Canal e il noto Jardin Anglais, a ovest del laghetto. Il castello è circondato dall'enorme foresta di Fontainebleau, un tempo luogo preferito dai reali per la caccia, la si trova a circa mezzo chilometro a sud del castello. Oggi, parte del castello ospita la Scuola d'Arte Americana, fondata nei primi decenni del Novecento. ( Fonte: http://www.francia.be)

300x250 WeekEnd

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog