" Visitare la Svezia con "uno del posto"? Si può " di Francesca Avanzini

Pubblicato il da oleg

http://www.gazzettadiparma.it/mediagallery/foto/dett_articolo/1359534350006_0.jpgQuante volte in viaggio abbiamo pensato: «Ah, conoscessi uno del posto che mi sapesse dire dove si mangia del buon pesce!» O dove si compra il cachemire più morbido, il gelato più gustoso. O uno, semplicemente, che faccia sentire il visitatore a suo agio e parte del luogo.
Adesso, almeno per quanto riguarda la Svezia, ciò è possibile cliccando sul sito ufficiale del turismo svedese www.visitsweden.com e poi su visitasweden. Una volta iscrittisi gratuitamente al servizio (attenzione, il sito è perlopiù in inglese), il sistema si incarica di reperire nel luogo da visitare persone con gusti e interessi affini ai propri, con cui condividere attività culturali e sportive, pernottamenti o una semplice chiacchierata davanti a un caffè.
Si sa quanto faccia la differenza visitare un posto con chi ci vive: solo un locale può conoscere aneddoti, particolarità, mode e indirizzi che altrimenti verrebbero ignorati. Gli Svedesi, poi, hanno un carattere aperto e spontaneo, sono sinceramente interessati a conoscere gente di culture e paesi diversi, parlano inglese e a volte una o due altre lingue. Il fatto che siano innamorati e orgogliosi del loro paese e abbiano una buona cultura media, fa di ognuno di loro una guida ideale. Julbord (il classico buffet natalizio), mercatini di Natale con prodotti e decorazioni tradizionali o del più innovativo design, un’atmosfera magica e accogliente, viali di luce e le migliaia di candele dell’Avvento che, dalle finestre delle case, rischiarano i bui pomeriggi invernali, sono tra le cose che aspettano il turista nel periodo natalizio sia a Stoccolma che nelle principali città svedesi.
Nelle altre stagioni,  barche di marzapane, piccoli ristoranti o hotel di charme lungo la costa, dove gustare pesce freschissimo o guardare i colori del mare d’inverno, musei all’avanguardia. Da visitare magari insieme a quella che può diventare l’amicizia di una vita o conferire a un soggiorno un caratteristico, indimenticabile sapore.
Fonte: www.gazzettadiparma.it