Waterloo: qui è passata la storia

http://www.belgio.cc/images/stories/foresta_soignes.jpgWaterloo è una cittadina situata al centro del Belgio, sede di una delle battaglie più importanti della storia europea. La battaglia di Waterloo occupa in particolare un posto speciale nella cultura britannica. Gli inglesi rimangono ancora oggi affascinati da questa battaglia, inneggiando il comandante delle forze militari britanniche, il duca di Wellington, che fu salutato come eroe conquistatore. Questa grande vittoria fu così importante che il 18 giugno viene celebrato come “Waterloo Day” in tutta la Gran Bretagna.

 

La cittadina è situata a pochi chilometri di distanza da Bruxelles, nel suo immediato hinterland, collegata dalle strade N5 e R0. Viene in particolare abitata da persone di nazionalità estera, ivi residenti e impiegati nelle grandi istituzioni europee della capitale. La popolazione di Waterloo è al momento di circa 30.000 abitanti.

 

La battaglia di Waterloo pose fine a decenni di guerre e disordini in Europa continentale, a cominciare dalle guerre rivoluzionarie francesi del 1792 e continuando con le guerre napoleoniche del 1803. Ci fu una pausa di quasi un anno, quando Napoleone fu costretto ad abdicare e fu esiliato all’isola d’Elba nel 1814. Come la storia insegna, egli riuscì a fuggire, tornò a Parigi nel marzo 1815 e prese il potere ancora una Battaglia di Waterloovolta. Una rinnovata alleanza dichiarò guerra contro di lui. Wellington, che aveva combattuto in diverse battaglie contro i francesi, prese il comando dell’esercito. La battaglia durò tutto il 18 giugno 1815 nelle campagne di Waterloo, a sud di Bruxelles, e terminò in una trionfale sconfitta dell’esercito francese. I morti e i feriti furono quasi 50.000, il peggior massacro nella storia militare fino ad allora. Il 22 giugno, l’imperatore francese abdicò e fu trasportato dagli inglesi a l'isola di Sant’Elena.

 

http://www.belgio.cc/images/stories/battaglia_waterloo.jpgWaterloo ospita diverse attrazioni all'interno del centro storico, per lo più incentrate a memoria della sua celebre storia. La Chiesa di San Giuseppe è una di queste, principale tempio religioso della città; si dice essere il luogo dove il duca di Wellington andò a pregare prima di combattere contro i francesi nella famosa battaglia. In effetti contiene le targhe commemorative della battaglia e dei soldati che persero la vita in quell’occasione. Il monumento della collina, con in cima la statua di un leone (simbolo del Belgio, che guarda verso la Francia quasi a tenerla a bada), è il sito più conosciuto di Waterloo, commemorativo della battaglia: lo si raggiunge attraverso 226 gradini ed è chiamato La Butte du Lion.

 

Il Museo Wellington si trova nel centro di Waterloo ed è un luogo interessante dedicato al famoso duca e alla battaglia che ha reso questa zona conosciuta in tutto il mondo. All’interno c’è una grande collezione di reperti, documenti relativi al nobile inglese e i piani strategici messi in atto per assicurarsi la vittoria militare.

 

Valgono la visita anche il Centro Culturale di Genva, sede delle arti con una vasta gamma di strutture dove i visitatori possono godere di esperienze interessanti. Mette a disposizionForesta di Soignes Waterloo-Bruxellese una galleria per gli artisti così che possano mostrare il loro lavoro al pubblico.

 

Il Museo dell'acqua è un luogo interessante da visitare. Conduce i visitatori in un viaggio indietro nel tempo nella distribuzione dell’acqua nel sottosuolo. Si osservino i metodi e i loro cambiamenti nel corso del tempo.

 

http://www.belgio.cc/images/stories/collina_waterloo.jpgWaterloo dista solo 15 km da Bruxelles ed è separata dalla grande e splendida riserva naturale della Foresta di Soignes, che nella capitale continua diventando il parco di Bois de la Cambre, attraversando la Avenue Louise (compresa tra l'ingresso nord e il suo confine meridionale) Al suo interno numerosi alberi ombrosi che gli conferiscono la sua immagine caratteristica, mentre il parco della capitale ospita ampi prati per godersi un pomeriggio in tutto relax. I percorsi a serpentina che attraversano il parco sono perfetti per una lunga passeggiata, un giro in bicicletta, footing o anche una passeggiata a cavallo. Non si può fare a meno di innamorarsi di questo ambiente naturale, così maestoso e tranquillo. Numerosi i sentieri all'interno e il laghetto attrae copiosa la fauna selvatica. ( Fonte: http://www.belgio.cc/waterloo.html)

Editing: Marcotti Angelo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog