Wind Jet, cordata siciliana fa sul serio: biglietti in 15 giorni

http://parma.repubblica.it/images/2011/12/06/122624184-510d4da2-4774-40bf-aae3-c304cac4f730.jpg"Affitto per stralcio degli asset indispensabili alla ripresa immediata dei voli". E' questa l'ipotesi della cordata di professionisti e imprenditori siciliani che vuole rilevare parte di Wind Jet, la compagnia low cost siciliana in crisi economica. Il piano, che escluderebbe le posizioni debitorie per le quali è possibile la composizione negoziale, verrebbe finanziato da un istituto di credito nazionale.
A dare 'voce' alla cordata, che propone una "soluzione ponte utile ad assicurare la continuità aziendale", è uno dei componenti del gruppo, Roberto Corrao, medico specialista in medicina aeronautica e titolare della Aviomed, impresa specializzata nel trasporto aereo di pazienti infermi.    "Noi siamo pronti a emettere i biglietti entri 15 giorni", assicura Corrao parlando con i giornalisti. La compagnia potrebbe "usare da subito i tre Airbus 320 che sono bloccati a Malta, facendoli tornare a volare". Alla compagnia low cost il gruppo pagherebbe "l'affitto delle licenze di volo, degli slot utilizzati e di tecnici, piloti e operatori di volo". 
Ma all'incontro a Catania non ha partecipato nessun esponente di Wind Jet. "Noi - spiega Corrao - gli abbiamo inviato più richieste ma non ci hanno mai risposto. Perché dovrebbero accettare? Continuano a mantenere la proprietà che potrebbe rivalutarsi, avrebbero una soluzione veloce e eviterebbero un contenzioso con i dipendenti". Nonostante il "silenzio della compagnia aerea, Corrao, che definisce "irrealistico l'ipotesi di una società mista con la Regione", si dice "ottimista sulla possibilità di chiudere un accordo con Wind Jet: le nostre chance di successo - stima - sono del 50%".  ( Fonte: www.travelnostop.com)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog